Gf Vip, Pamela Prati e la verità su Mark Caltagirone: «Volevo togliermi la vita, ho sofferto di anoressia»

GF Vip, Pamela Prati e la verità su Mark Caltagirone: «Volevo togliermi la vita. Ho sofferto di anoressia»
GF Vip, Pamela Prati e la verità su Mark Caltagirone: «Volevo togliermi la vita. Ho sofferto di anoressia»
Martedì 11 Ottobre 2022, 06:00 - Ultimo agg. 12 Ottobre, 09:30
5 Minuti di Lettura

Per Pamela Prati è giunto il momento di parlare del caso Mark Caltagirone​. Durante la diretta del Grande fratello Vip, di lunedì 10 ottobre, insieme ad Alfonso Signorini ha raccontato la sua verità. La showgirl non fa nomi, parla di truffatori in generale, e spiega com'è nata tutta la storia. 

«Io Mark l'ho conosciuto in un ristorante.... Mi ero lasciata, avevo perso una sorella, ero molto fragile. Non l'ho visto in realtà.  I truffatori me ne parlarono, dicevano che lui mi seguiva». Inizia così il racconto di Pamela Prati che ripercorre le tappe del caso Mark Caltagirone insieme a Sigonorini.

«Mi hanno detto che mi seguiva - Pamela non nomina mai nè la Michelazzo nè la Perriciolo, ma parla solo di truffatori - che si era lasciato con questa donna e che  avevano adottato un bambino, Sebastian, che aveva un tumore alla gola. Allora io gli ho scritto quella famosa parola Buona primavera. Da lì iniziamo a scriverci su WhatsApp e a flirtare».

Dopo i primi messaggi sui social Mark e Pamela si scambiano i numeri e iniziano a scriversi tutti i giorni: «Ho trovato le mie stesse fragilità, aveva le mie stesse problematiche, mi diceva che il bambino soffriva tanto. Io ho tanti fratelli e sorelle e quando ero piccola a me e ai miei fratelli ci hanno allontanati da casa. Mio padre ci aveva lasciati e secondo quelle persone mia madre non poteva occuparsi di noi e dopo aver lavorato tutta la vita è venuta a riprenderci. Io capivo che Mark mi somigliava, che aveva bisogno d'amore, ci mandavamo canzoni, ci scrivevamo cose belle». 

«Perchè non vi siete mai visti?», chiede Signorini. «Lui mi ha detto che era il figlio di un boss - racconta Pamela -  un testimone di giustizia che aveva visto il padre ammazzato, che la famiglia Caltagirone lo aveva adottato e fatto studiare. Io in videochiamata l'ho visto due o tre volte. Abbiamo fatto l'amore al telefono, non mi vergognavo, gli ho mandato le foto nuda e lui a me ma senza volto. Io l'ho intravisto, era un bell'uomo, ho tutti gli audio, mi addormentavo con il telefono sul cuscino. Mi faceva sentire viva, stavo sempre al telefono con lui, era molto geloso, mi faceva sentire in colpa. Io per 10 giorni lo bloccai perchè mi fece cancellare delle foto di uno dei miei migliori amici. Quando ho visto che era così eccessiva lo bloccai, una mia amica mi fece ragionare. Quando l'ho sbloccato lui era più dolce». 

Anche Signorini svela di essere stato vittima di una truffa d'amore: «Quando ho letto la tua storia mi sono ricordato di quello che era successo a me, ti ho detto Pamela sei vittima di una truffa togliti da quel giro perchè è pericoloso e non mi hai creduto, perchè?».  «Pensavo ti sbagliassi. Io sono stata minacciata perchè non potevo parlare di lui. Avevo solo Mark, Sebastian e i truffatori». 

«Mi avevano scritto che io non volevo parlare di loro perchè erano bastardi, mi si è gelato il sangue, ma perchè quando ero piccola mi chiamavano così. Io non volevo andare a fare quella puntata (da Mara Venier ndr.), menomale che ci sono andata perchè ora sono salva. Io mi volevo togliere la vita perchè non ce la facevo più, sono dei truffatori, mi hanno maltrattata, sbattuta contro uno sportello, mi hanno detto che Mark aveva avuto un infarto per colpa mia».

Quindi la Prati ha detto di essere andata a Domenica In per i suoi bambini «Dopo mi hanno chiamata e detto che ero stata fantastica. Spero un giorno di sapere chi è veramente quest'uomo e si deve vergognare. Io dovevo fare il bagaglino, una pubblicità che non mi hanno rinnovato, i colleghi sono stati i peggiori. Hanno cucito una trappola mortale tremenda per distruggermi, sono persone cattive e malate». 

Video

Il 10 aprile 2019 Dagospia svela che è tutta una truffa «Per me si sbagliava, anche quando sono andata a Verissimo, non mi riconosco. Io ho scritto a uno dei miei carnefici se potevo far vedere alla Toffanin la foto e mi hanno detto di no perchè era un testimone di giustizia».

Signorini mostra il video inedito della Prati in cui festeggia il compleanno di Sebastian ... da sola, poi il video di Sebastian che le fa gli auguri. Il bambino è una presenza quotidiana. Pamela scriveva che pregava per lui. Poi arriva Rebecca, una bimba che aveva perso i genitori in un incidente e Mark le propone di adottarla

«Sebastian me lo hanno portato in un bar al Fleming, per me era l'amore, l'ho scoperto dopo. Questi truffatori sono 15 anni che fanno questo. Io non ho mai tradito il mio pubblico, ho mentito per non far del male a quei bambini. Non li ho mai messi in mezzo, grazie di tutto quello che mi avete dato. Se io esisto è solo grazie a voi».

In questi anni la Prati ha avuto anche problemi di depressione e anoressia arrivando a pesare quasi 37 chili. In studio c'è il suo avvocato «In questi giorni siamo in una fase delicata del procedimento e non posso parlarne ora. Chiederemo anche noi l'acquisizione dei messaggi, ne abbiamo 70mila in nove mesi. Fino ad ora ha pagato solo Pamela»

© RIPRODUZIONE RISERVATA