Insinna all'Eredità: «La caccia non è uno sport». Le doppiette insorgono, social ed Enpa sono con lui

Mercoledì 30 Dicembre 2020
Insinna all'Eredità: «La caccia non è uno sport». Le doppiette insorgono, social ed Enpa sono per lui

Flavio Insinna nel mirino di Federcaccia. Massimo Buconi, il presidente, ha scritto al Direttore di Rai 1, al Presidente Rai e ai membri della Commissione parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi per denunciare le frasi del conduttore de L'Eredità contro la caccia.

«Consapevoli di quelle che sono le “regole dello spettacolo” e consci che una trasmissione come quella in oggetto e chi la conduce valgono per quanta economia generano e pubblicità portano nelle casse del canale, sarà nostra cura invitare tutti i nostri iscritti e i cacciatori italiani e le loro famiglie – un bacino potenziale di qualche milione di spettatori – a non seguire più “L’Eredità” e a preferire altre marche rispetto a quelle pubblicizzate prima, durante e immediatamente dopo il gioco».

Un caso che scuote i vertici Rai e che ha subito dato vita a una campagna in difesa del conduttore. Tanti i commenti piovuti sui social. Tra questi quello di Rita Dalla Chiesa, da sempre paladina degli animali. Su Twitter boom di  #iostoconflavioinsinna. 

Tre cani da caccia trovati morti nelle campagne intorno a Orvieto. Indaga la procura di Terni

Covid, la denuncia: «Nei mercati degli animali in Cina continua la barbarie». L'inchiesta di Animal equality sui “wet market”

Portogallo sotto choc, massacrati 540 cervi e cinghiali: 16 cacciatori accusati di «crimine ambientale»

Ultimo aggiornamento: 18:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA