Le capitane su Spike Tv: la vita sotto i riflettori delle Wags, le compagne dei campioni del calcio

Le capitane su Spike Tv: la vita sotto i riflettori delle Wags, le compagne dei campioni del calcio
di Fiamma Sanò
Martedì 21 Novembre 2017, 22:43 - Ultimo agg. 22:58
3 Minuti di Lettura

In America le chiamano “Wags”, e sono le Wives and Girlfriends, le mogli e le fidanzate dei calciatori. Da anni sono le protagoniste di reality tutti sport, lusso e sentimenti, e oggi arrivano anche in Italia, con uno show tutto loro. Si chiamano Errjona Sulejmani, Jessica Melena, Émilie Nef Naf, Silvia Slitti. Se i loro nomi vi dicono poco, forse lo faranno di più i cognomi dei compagni: Dzemaili, Immobile, Menez, Pazzini.
 



Le trovate – loro protagoniste, ma non solo: ce ne sono un paio in più in ogni puntata – in tv venerdì prossimo, in “Le Capitane”. Sottotitolo: “Il viaggio all’interno del lato più affascinante e misterioso del pianeta calcio”, in onda dal 24 novembre alle 23 (10 puntate in 5 settimane), prima produzione originale di Spike (DDT 49), il neonato canale della piattaforma VH1 – la stessa di Mtv e Nickelodeon. Tra tacchi, tacchetti, matrimoni, compreso quello di Andrea Belotti e Giorgia Duro, palestre e Formentera, la parte frizzante è la sigla: versione ultra-tamarra prodotta ad hoc dai GO/LD (Davide Ferrario e Simone Lanza) de “La partita di pallone”, ricantata dalla stessa Rita Pavone con la partecipazione di Myss Keta, la cantante underground con il volto sempre coperto.

“Le Capitane” è scritto da Gabriele Parpiglia, Carlotta Nicole Brignoli e Laura Gamberini. È un docu-reality da manuale, con confessionali e qualche lacrimone. A Sergio Del Prete, direttore dei contenuti di Spike, per esempio piacciono quelli di Claudia Lai (puntata 2) moglie di Radja Nainggolan. Che ha conosciuto il marito in un karaoke a Cagliari, oggi a Roma fa la commessa e «ha rinunciato, per seguirlo, ai suoi sogni e ambizioni».

Dopo il derby di domenica sarà forse un po’ più contenta, mentre lo stesso non si può dire di Jessica Melena, moglie del laziale Ciro Immobile: «Veniva da una settimana già critica di suo, Ciro, questo derby non ci voleva proprio. Ma che dobbiamo fare? Le cose vanno prese per quello che sono, comunque sono partite». Quando è tornato a casa, come stava? «Era molto afflitto e dispiaciuto. Io ho cercato di tirarlo su, ma non ci sono riuscita». Quindi squadra del marito laziale perde il derby, niente sesso domenica sera? «Dopo le partite torna sempre molto stanco… che vinca o perda, non c’è trippa per gatti».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA