«Made in Sud» torna in tv con una clamorosa novità: conduce Stefano De Martino

di Stefano Prestisimone

  • 144
Riecco «Made in Sud». Dopo oltre diciotto mesi di stop (l'ultima puntata condotta da Gigi D'Alessio andò in nda il 13 luglio 2017), da lunedì 25 febbraio torna su Raidue lo show targato Tunnel. Programma comico tra i più longevi (il varo fu nel 2008 su Comedy Central, passando per Mtv prima di approdare nei palinsesti di Viale Mazzini), è stato reinserito in palinsesto sulla spinta del nuovo direttore Carlo Freccero, amante della satira televisiva (grazie a lui tornerà in tv Daniele Luttazzi) e sostenitore del format di Nando Mormone che in questi anni ha registrato eccellenti ascolti, prima del calo dell'ultima edizione. Ora il carrozzone della risata che va in onda dal centro Rai di Napoli si rimette in marcia con tante novità per un'edizione che Mormone definisce «fortissima, con un super cast e grandi ospiti». Confermata anche la durata lunga, di 2 ore e 15' (dalle 21,30 alle 23,45), e annunciata una piccola rivoluzione nella conduzione, che dovrebbe vedere sulla tolda di comando Stefano Di Martino, l'ex di Belen, che Freccero sta tentando di strappare alla concorrenza di Mediaset dove avrebbe dovuto condurre un programma su Italia 1.

«Non posso anticipare nulla, perché sarà lo stesso Carlo Freccero ad annunciare le novità di Made in Sud non appena saranno ufficiali. Ma posso solo dire che c'è tanta carne sul fuoco, che il nostro cast sarà affiancato da una serie di nuovi comici e che avremo ospiti importanti. Al momento sono state programmate sei puntate, ma è probabile che si possa salire a 8, dunque arrivando a fine aprile», sottolinea Mormone.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 8 Gennaio 2019, 12:00 - Ultimo aggiornamento: 08-01-2019 16:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP