La figlia di Galeazzi e l'attacco choc a Mara Venier: «Gli voleva davvero bene? Ho avuto dubbi»

«Nessun messaggio di condoglianze, nemmeno a mia madre. Mio padre sarebbe rimasto molto sorpreso e amareggiato»

La figlia di Giampiero Galeazzi ricorda il padre e parla di chi l'ha delusa: ecco perchè
La figlia di Giampiero Galeazzi ricorda il padre e parla di chi l'ha delusa: ecco perchè
Giovedì 24 Novembre 2022, 21:06 - Ultimo agg. 25 Novembre, 07:53
4 Minuti di Lettura

Ad un anno dalla morte di Giampiero Galeazzi, il noto telecronista sportivo, conduttore e giornalista, la figlia Susanna, giornalista Mediaset, ha voluto ricordare il padre in una lunga intervista rilasciata al settimanale Diva e Donna. La giornalista ha parlato di tutto, non risparmiandosi nenache attacchi diretti a Mara Venier. La conduttrice di Domenica In e Giampiero Galeazzi sono stati amici per un lungo periodo: grazie alla Domenica In degli anni Novanta la popolarità del giornalista è aumentata molto, tanto da meritarsi pure l’appellativo di Bisteccone. L’ultima apparizione televisiva prima del decesso è stata tra l’altro proprio nel salotto di zia Mara nel 2019.

Leggi anche > Gf Vip farà concorrenza a Ballando? Spunta l'ipotesi a sorpresa per dicembre

Eppure la famiglia di Galazzi non ha mai approvato molto la partecipazione di Giampiero a Domenica In, come confermato dalla stessa Susanna: «In alcuni casi era imbarazzante. Già come carattere era fuori dalle righe, vederlo mascherato da Topolino o da sparviero, vederlo ballare come un orso. Glielo dicevamo con discrezione che forse non era il caso, ma non ne ha mai tenuto conto».

«Il direttore dello sport di allora, Marino Bartoletti, non lo trattò bene, per usare un eufemismo. Posso capire che tu non approvi certe cose, ma ci fu cattiveria umana nei suoi confronti» ha continuato Susanna. 

L'attacco

Susanna ha poi sferrato un duro attacco a Mara Venier per il suo comportamento dopo il decesso di Bisteccone: «La cosa più triste? Mio padre adorava Mara Venier. Ho avuto il dubbio e ce l’ho tutt’ora se lei gli abbia veramente voluto bene. Il giorno dopo la sua morte ha fatto una trasmissione da vedova sconsolata invitando a parlare di mio padre Marino Bartoletti che doveva presentare un suo libro e altri che non erano esattamente suoi amici. Nessun riferimento alla famiglia da parte di Mara. Nessun messaggio di condoglianze, nemmeno a mia madre. Mio padre sarebbe rimasto molto sorpreso e amareggiato». Come reagirà Mara Venier?

Il dolore

Susanna ha confidato di sentire molto la mancanza del padre e che spesso lo sogna: «Mi manca tutto. Mi manca tanto la sua voce, guardo il telefono, mi aspetto sempre una sua chiamata. Altre volte sono io che voglio chiamarlo. L’ultima volta che l’ho visto è stato una settimana prima di morire nella clinica di riabilitazione dove curava il suo ginocchio. Era felice quel giorno. I medici gli avevano detto che poteva ricominciare a camminare. Era pentito di essersi operato. Lui aveva perso la madre di leucemia, il padre d’infarto, ha sempre odiato gli ospedali e non credeva nella medicina. Ma quel giorno era felice».

© RIPRODUZIONE RISERVATA