Maria Caponio, la storia commovente a Oggi è un altro giorno: «La mia vita va oltre la malattia»

Giovedì 16 Dicembre 2021
A Oggi è un altro giorno di Serena Bortone su RaiUno la storia di Maria Caponio

A “Oggi è un altro giorno” di Serena Bortone su RaiUno la storia di Maria Caponio. Maria è affetta fin da piccola da una malattia genetica che le ha progressivamente inibito l’uso della gambe, ma non si è data per vinta e ha avuto il coraggio di affrontare la vita.

A “Oggi è un altro giorno” di Serena Bortone su RaiUno la storia di Maria Caponio

Maria Caponio ha 26 anni, da quando è piccola affetta da una malattia genetica progressiva che le ha inibito l’uso delle gambe e costretta sulla carrozzina. Maria non si è data per vinta, nel 2016 si è laureata in economia e si è trasferita a Milano, dove ha preso la patente e trovato un fidanzato con cui convive. Gioca a rugby, spara con la carabina e le piace girare sui kart: «Scoprire di avere una malattia genetica rara – ha raccontato - e sempre un bel colpo e ci vuole tempo per accettare la cosa. Domina la paura, ma io per fortuna ho avuto l’onore e la fortuna di incontrare persone che mi hanno aiutata a fare il famoso prima passo che per paura spesso non si fa, ho avuto il coraggio di andare avanti e dominare le mie ansie».

Ad aiutarla anche un altro sportivo, Stefano: «Stefano l’ho incontrato in un viaggio in crociera con la famiglia. E’ stato un esempio molto importate per me. La sua serenità mi ha permesso di iniziare a farmi credere alle mie capacità. Mi sono anche buttata col paracadute, la sensazione più liberatoria mai provata».

Il fidanzato Edoardo le sta sempre a fianco: «Ci diamo forza a vicenda. Mi permette ogni giorno di svegliarmi con un sorriso».

Ultimo aggiornamento: 18:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento