Massimo Ferrero a Domenica In: «Sono stato in carcere minorile e mia madre mi portava le sigarette di contrabbando»

Domenica 31 Marzo 2019
Massimo Ferrero a Domenica In: «Sono stato in carcere minorile e mia madre mi portava le sigarette di contrabbando»

È un Massimo Ferrero inedito quello ospite di Domenica In. Il personaggio noto nel mondo dello sport non nasconde la consueta ironia, ma mostra anche il suo lato da nonno e racconta qualche aneddoto particolare del suo passato. «Sono stato in un carcere minorile quando avevo 14 anni - confessa in diretta - e mia madre mi portava le sigarette di contrabbando in carcere».

«Non ho rapinato, non ho stuprato. Era solo una piccola storia adolescenziale. Io stavo con la figlia di un vigile urbano, ma il padre non voleva che stessi con lei perché era malato di mente. Mi ha fermato sul motorino e io gli ho dato uno schiaffo e lui mi ha portato in carcere», ha spiegato.

Massimo Ferrero è un produttore cinematografico, imprenditore, dirigente sportivo e attuale proprietario, presidente e amministratore finanziario e delegato della Sampdoria. Ferrero ha anche raccontato di alcuni degli incontri con i personaggi più importanti della storia e del mondo del cinema. Recentemente ha anche smentito le voci su una cessione del club. 

Ultimo aggiornamento: 18:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA