Michele Bravi, il videomessaggio a Verissimo: «Racconto il dolore con la musica». Ed è boom di tweet

Sabato 23 Maggio 2020 di Silvia Natella
Michele Bravi, il videomessaggio a Verissimo: «Racconto il dolore con la musica». Ed è boom di tweet

Michele Bravi è tornato alla sua più grande passione: la musica. A Verissimo, nel videomessaggio mandato in onda dopo la replica della sua intervista, ha spiegato di essere riuscito a convogliare il dolore nel nuovo album. «Tutto il racconto che ti ho fatto ha preso la forma della musica», dice rivolgendosi a Silvia Toffanin alludendo a quando mesi fa nel salotto di Canale 5 ha rotto il silenzio dopo l'incidente che gli ha sconvolto la vita.

È una canzone in particolare a esprimere il suo stato d'animo. La stessa che ha presentato ad "Amici", dove sta vivendo una nuova avventura televisiva. «In "La vita breve dei coriandoli" - continua - penso di essere riuscito a raccontare il giusto spazio del dolore di cui abbiamo parlato e poterla cantare per la prima volta mi ha confermato quanto la musica sia una presenza enorme nella mia vita. Spero di continuare a condividerla in queste settimane insieme al pubblico che avrà il piacere di seguirci. Ti mando un bacio, ci vediamo presto».

“La vita breve dei coriandoli” è il brano disponibile su tutte le piattaforme digitali da venerdì 15 maggio e anticipa il nuovo progetto discografico “La Geografia del Buio”, in uscita nei prossimi mesi.
Nell'intervista rilasciata a "Verissimo" mesi fa l'artista raccontava il tragico incidente nel quale è stato coinvolto nel 2018 e a causa del quale una donna ha perso la vita.

«Quando vivi un trauma - aveva dichiarato - cambia il tuo corpo e il modo di vedere le cose. Non riuscivo a sentire gli altri. Ero semplicemente da un’altra parte, avevo perso aderenza con il reale. Abituarsi all’assenza di suono per me, che ho sempre raccontato quello che vivevo attraverso la musica, è stato molto difficile... Quando succede qualcosa di così traumatico non si può pensare di uscirne da soli. L’amore non basta. Serve un percorso terapeutico e farsi aiutare per trovare il coraggio di affrontare la situazione con uno specialista. Ho seguito un metodo clinico per il trattamento dei grandi traumi, l'EMDR, e mi ha salvato e mi ha fatto tornare a parlare e a sentire». La replica ha commosso ancora una volta i fan che si sono riversati su Twitter per mostrargli vicinanza. L'hastag "Verissimo", infatti, è finito in tendenza. 
 

Ultimo aggiornamento: 18:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA