Miss Italia, un Calendario 2019 speciale per festeggiare gli 80 anni

La quarta di copertina del calendario
ARTICOLI CORRELATI
Le celebrazioni degli 80 anni di Miss Italia si aprono con il calendario 2019 del concorso. Protagoniste le prime tre classificate della finale dell’ultima edizione: la detentrice del titolo, la marchigiana Carlotta Maggiorana, 26 anni, prima Miss Italia sposata; Fiorenza D’Antonio, 21 anni, di Napoli, eletta Miss Italia Social; Chiara Bordi, 18 anni, di Tarquinia, la cui presenza tra le miss con una protesi ad una gamba ha suscitato l’interesse della stampa internazionale.

LEGGI ANCHE Lidia Rubino abbandonò la figlia neonata tra gli scogli al gelo: condannata a 14 anni

 
 


Il calendario, ideato da Patrizia Mirigliani e realizzato dal fotografo Gianmarco Chieregato, introduce le iniziative per celebrare gli 80 anni del concorso, raccontando la bellezza, il talento, il coraggio, la libertà e la forza delle donne. Le tre ragazze, con la loro storia così diversa, sono le testimonial dell’universo femminile dove la famiglia, il mondo della comunicazione virtuale e la voglia di rinascere, nonostante i problemi che la vita ci pone davanti (resilienza), sono le espressioni salienti. Il Calendario, curato dalla stylist Francesca Capaccioli, si immerge negli 80 anni riportando una selezione di immagini scelte tra i milioni di volti di partecipanti che hanno sfilato su questa passerella, da Isabella Verney a Carlotta Maggiorana. E’ un lungo percorso attraverso il quale tante ragazze hanno trovato il successo dimostrando che Miss Italia è un grande osservatorio sul mondo femminile ed il più fervido vivaio di futuri talenti. 

Questo Calendario evidenzia come, nonostante le trasformazioni sociali, le aspirazioni, i desideri, le aspettative e i sogni di queste miss di entrare a far parte dello star system, restano immutati. Oggi come ieri. Sono tre donne per età, provenienza e storie profondamente diverse ma con un’aspirazione comune: il successo. Carlotta Maggiorana rappresenta la donna moderna, Fiorenza D’Antonio il rapporto dei giovani con i social, mentre Chiara Bordi, la resilienza. Le protagoniste sono l’espressione dell’universo femminile, donne che si mettono in gioco con le loro fragilità e diversità e si sentono libere di esprimere il proprio corpo. Miss Italia riparte da questa consapevolezza. Perché non c’è futuro senza le donne e la libertà di essere se stesse. 
Venerdì 30 Novembre 2018, 12:42 - Ultimo aggiornamento: 30-11-2018 12:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP