Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli, presentata la nuova edizione di Made in Sud: «La gente vuole leggerezza ed è quello che noi porteremo»

Giovedì 14 Aprile 2022 di Emma Onorato
Presentazione della nuova edizione di Made in Sud

Si rialza il sipario per Made in Sud, il programma più longevo di Rai2, che torna in onda con la sua 11esima edizione. Lo show comico, che si è distinto per il successo ottenuto nell'intrattenere il pubblico, quest'anno festeggia i suoi 10 anni di storia con una nuova coppia di conduttori formata dall'energico rapper, Clementino, e la talentuosa ballerina Lorella Boccia.

Si conoscono da soli 10 giorni ma sembrano già in perfetta sintonia, una prerogativa importante per l'armonia che si verrà a creare sul palco dell'Auditorium di Napoli. «Made in Sud è il miglior antidoto contro l’angoscia della guerra. Clementino e Lorella sono una coppia di giovani artisti molto bravi e già molto affiatati tra loro», commenta il direttore di Rai2 Massimo Lavatore durante la conferenza stampa di presentazione. Poi aggiunge: «Noi facciamo ridere e creiamo anche ricchezza.

Video

Produrre qui Made in Sud vuol dire anche far girare l'economia a Napoli. Siamo partiti 10 anni fa al Tv2, in uno studio: partimmo cauti perché non sapevamo come sarebbe stato accolto dal pubblico, se avrebbe avuto successo anche nel resto d'Italia. E invece fin dal primo anno è stato un successo. Siamo lieti che Mormone abbia ringraziato per il sostegno che la Rai ha sempre dato a questo programma: noi ci abbiamo creduto e l’abbiamo amato fin dal primo momento». Un programma che, da come dichiara Nando Mormone di Tunnel produzione, quest'anno presenterà tantissime novità «non ci sarà quasi nulla della scorsa edizione, a parte il cast fisso, cui sono legato da grande affetto, poi ci sono altri nomi: tra gli ospiti di questa edizione I Gemelli di Guidonia, Maurizio Battista, Simone Schettino, Francesco Cicchella» e nell'annunciare che il primo ospite della prima puntata sarà Maurizio Casagrande, aggiunge che stavolta «i comici di Made in Sud non si limiteranno  alle singole esibizioni personali, ma faranno anche delle incursioni con i conduttori e gli ospiti. I Gemelli di Guidonia, ad esempio, interverranno più volte per giocare anche con Lorella e Clementino» e il noto showman Francesco Cicchella divertirà il pubblico con le imitazioni del rapper napoletano, nonché conduttore, Clementino.

La neo conduttrice, Lorella Boccia, è entusiasta ed emozionata per questa nuova avventura televisiva. Un percorso professionale che è iniziato come ballerina professionista e che continua spedito sotto i riflettori di Made in Sud. «Sono molto emozionata. Dieci anni fa ho conosciuto Nando Mormone e insieme abbiamo fatto la sit-com Fatti Unici. Dissi a Nando di voler studiare per raggiungere il palcoscenico di Made in Sud e gli promisi che un giorno sarei salita su quel palco. Ce l’ho fatta». Anche il rapper napoletano, che ha dimostrato di saperci fare nell'intrattenere - per due edizioni di fila - il pubblico di The voice senior, sembra vestire a pennello i panni da conduttore: «Sono molto emozionato e non è una cosa formale - dichiara Clementino - Sono sempre stato un casinista, ho partecipato a vari programmi, sono stato a The Voice, ma ero in giuria.  Questa è una cosa nuova. Sostituire Gigi e Ross, Gigi D'Alessio e Stefano de Martino è una parola grossa. All’inizio ero molto preoccupato: non sono un comico, ma tutti mi hanno tranquillizzato dicendomi che non devo essere comico, ma portare allegria, e in questo sono capace. Basta tanto lavoro e affiatamento con i colleghi. La gente vuole intrattenimento ed è quello che noi porteremo». Ed è proprio di leggerezza che il pubblico ha bisogno, come sottolinea Mormone «Dopo due anni di Covid è bello vederci tutti qui. Ringrazio soprattutto il gruppo dei ragazzi di Made in Sud, che in questi anni non si sono mai arresi e che da mesi si stanno preparando a questa edizione. Arriva in un momento particolare, direi indecente, tra Covid e guerra. Quel che possiamo fare è portare un po’ di leggerezza, di spensieratezza. Provare e osare fa parte del nostro gioco». Sarà un'edizione con un forte richiamo alla solidarietà. L'intero incasso dei biglietti venduti, infatti, sarà devoluto a una cooperativa sociale. Ad annunciarlo è direttamente il patron di casa, Massimo Lavatore, che dichiara: «Stiamo vivendo un periodo complicato e sta succedendo di tutto, ma ci sono tragedie che vengono da lontano, come quella della violenza sulle donne».

© RIPRODUZIONE RISERVATA