Lady Bongiorno: «Al Paese oggi manca l'allegria di Mike»

di Francesca Bellino

A dieci anni dalla scomparsa di Mike Bongiorno, la moglie Daniela Zuccoli vuole unire tutto: famiglia, amici, reti televisive, pubblici. «Io e i miei figli sentiamo tanto amore intorno a noi e vogliamo restituirlo e, anche se non ci piace apparire, siamo felici di ricordare Mike in tv» spiega la signora Bongiorno che stasera sarà ospite insieme al figlio minore Leonardo dello speciale di «Porta a porta» dal titolo «Allegria allegria allegria», in onda su Raiuno alle 22.55, in cui sono previsti collegamenti con gli studi di Canale 5 dove Gerry Scotti sarà in compagnia degli altri figli del re dei quiz, Michelino e Nicolò. L'altro ieri, a ricordare il marito, è stato Maurizio Costanzo su Canale 5.

Daniela Zuccoli, è stata lei a proporre a Rai e Mediaset un ricordo di suo marito che valorizzasse la sua storia di uomo e non virasse verso il varietà?
«Sì, trovo che i varietà celebrativi siano tristi, voglio che Mike non sia ricordato solo come presentatore di quiz, ma come un uomo che ha fatto un po' di storia d'Italia. Ha avvicinato Nord e Sud e ha unificato la lingua italiana, proprio lui che veniva dagli Stati Uniti. Ho incontrato i vertici Rai e Mediaset. Ho chiamato un po' di amici, tra i quali Vincenzo Mollica e Fiorello che hanno realizzato lo speciale Allegria per Raiuno e ho chiesto alla Rai di mettere a disposizione un numero per una raccolta di fondi di beneficenza per la Fondazione Mike Bongiorno. Daremo borse di studio a giovani meritevoli».

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Sabato 7 Settembre 2019, 09:05 - Ultimo aggiornamento: 07-09-2019 11:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-09-07 11:04:08
Una allegra raccolta fondi....Si vede che sono finiti i soldi della grappa

QUICKMAP