Pio e Amedeo e la battuta a Stefano De Martino ad Amici: «Ci ha scritto Belen...»

Domenica 28 Marzo 2021 di Ida di Grazia
Pio e Amedeo e la battuta a Stefano De Martino ad Amici: «Ci ha scritto Belen...»

Amici 20, Pio e Amedeo fanno chiarezza dopo la battuta a Stefano De Martino «Ci ha scritto Belen...». Il duo comico aveva alzato un polverone, durante la prima puntata del serale, scherzando sulla prossima nascita della figlia di Belèn Rodriguez con il suo nuovo compagno Antonino Spinalbese.

 

 

 

Pio e Amedeo tornano sul luogo del delitto. Il duo comico, nel cast del serale di Amici 20, la scorsa settimana parlando con Stefano de Martino aveva scherzato sulla prossima gravidanza di Belén Rodriguez. Una battuta che aveva scatenato una bufera sui social e che si è accentuata a seguito del post pubblicato proprio dalla showgirl argentina che su Instagram aveva pubblicato una storia con una saponetta scrivendo :«Questa è la famosissima dsaponetta per sciacquarsi le mani e anche la bocca».

Inevitabile il rimando a Pio e Amedeo. In tantissimi hanno pensato che quel post fosse rivolto a loro, e invece le cose sono andate diversamente. Pio e Amedeo durante la seconda puntata di Amici 20, andata in onda sabato 27 marzo, hanno raccontato che Belén Rodriguez li ha contattati su Instagram scusandosi con loro: «Pio e Amedeo hanno esagerato, fuori luogo, come si permettono. È una battuta, signori. Non si è offeso nessuno. Il giorno dopo Belén ha messo un post con la saponetta che serve a sciacquarsi le mani e anche la bocca. Tutti i giornali ne parlavano. Domenica notte ci è arrivato un messaggio da Belén in privato. Ci ha detto che la frase della saponetta non era rivolta a noi e le dispiaceva».

Belen e la frase della saponetta

«Ragazzi mi dispiace - si legge nel messaggio che Belen ha scritto a Pio e Amedeo -  ma la frase della saponetta non era per voi, ma perchè stamattina mi sono svegliata con un sacco di insulti e mi sono girate le palle, ma non era rivolto a voi. Mi dispiace se ho creato casino». «Chi si doveva indignare non si è indignato - concludono Pio e Amedeo - si sono indignati i leoni da tastiera. Loro non si sono indignati, l’autoironia ci salverà»

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA