«Gomorra», Marco D'Amore fa lezione di cinema in una scuola di Pompei

Lunedì 21 Giugno 2021 di Susy Malafronte
«Gomorra», Marco D'Amore fa lezione di cinema in una scuola di Pompei

Da Gomorra a Pompei: Marco D’Amore batte il primo ciak sul set «Sator Opera» - del progetto «Per chi crea» - dell'istituto Comprensivo «Matteo della Corte» e insegna agli studenti l'arte del cinema. L'educational movie, che ha come protagonista l'archeologia, è scritto e realizzato dagli studenti usando sia il linguaggio del documentario, che quello del cinema di narrazione. Grande emozione per i ragazzi quando l’attore e regista ha pronunciato la fatidica parola che dà vita al cinema:  «coraggio ragazzi, ora è il vostro momento, azione!». Dopo il primo ciak, il Ciro di Gomorra, ha dato delle indicazioni sulla posizione degli attori sulla scena. 

Video

La storia dell’episodio pilota parte dal quadrato del Sator, una ricorrente iscrizione latina oggetto di frequenti ritrovamenti archeologici, il cui significato simbolico rimane ancora oscuro. Nel 1936 fu proprio l’archeologo Matteo della Corte a trovarne uno durante uno scavo nella Palestra Grande del Parco Archeologico. La dirigente scolastica Maria Neve Tarantino ha annunciato che, dal prossimo anno, nascerà un laboratorio audiovisivo permanente in cui i ragazzi avranno la possibilità di incontrare grandi protagonisti del cinema, approfondire la loro capacità di spettatori ma soprattutto unluogo dove sviluppare talenti artistici e tecnici. Il progettista e direttore creativo è Francesco Domenico D’Auria. Le riprese del film saranno realizzate nei prossimi giorni. Sul set, un completo cast tecnicoformato da studenti - assistiti da esperti del settore audiovisivo - e un cast artistico formato da 4 giovanissimi attori undicenni e 3 attori professionisti (Anna Carla Broegg, Angela Rosa D’Auria e Francesco Domenico D’Auria). La direzione della fotografia è curata da Gaetano Acunzo. Il progetto si avvale della partnership con il Parco Archeologico di Pompei, il Centro Internazionale per gli Studi Pompeiani, la casa di produzione Mediterraneo Cinematografica
S.r.l., l’associazione «Kinemata Arte e Cultura» e l’associazione di Promozione Sociale «Pompei 2033».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche