Realiti, procura di Catania apre inchiesta su puntata Falcone e Borsellino

ARTICOLI CORRELATI
7
  • 57
La Procura di Catania ha aperto una inchiesta, al momento senza indagati, sull'ultima puntata della trasmissione Realiti, andata in onda su Rai 2. Titolare del fascicolo é il procuratore aggiunto Carmelo Petralia, che ha delegato le indagini alla Polizia Postale di Catania, che dovrà acquisire i video della trasmissione. Al centro dell'inchiesta le dichiarazioni di due cantanti neomelodici: Leonardo Zappalà, presente in studio, e Niko Pandetta, nipote del boss ergastolano Salvatore Pillera, sui giudici Falcone e Borsellino.

L'inchiesta riguarda, oltre che le dichiarazioni rese durante la trasmissione condotta da Enrico Lucci, anche eventuali rapporti con ambienti criminali locali. All'attenzione della Procura anche i contatti tra Niko Pandetta e suo zio, il boss ergastolano Salvatore CAPPELLO (e non Pillera come precedentemente detto).

«Falcone e Borsellino uccisi? Hanno fatto una scelta», bufera Rai su Realiti

Istruttoria Rai. Lucci: «Ho sempre condannato la mafia». L'ad Salini si scusa
Martedì 11 Giugno 2019, 11:59 - Ultimo aggiornamento: 12 Giugno, 07:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2019-06-11 23:44:32
cambiato ....da male in peggio!!!!!
2019-06-11 20:28:05
pagare il canone per poi dover vedere questi programmi ? molto male...molto male....
2019-06-11 17:03:08
E le indagini su Gomorra ed i presunti reati? E quelli sulla Piovra. E sul favoreggiamento e solidarietà ai presunti criminali? Chiacchiere e solo chiacchiere.
2019-06-11 13:30:28
guardiamo alla cosa con sano realismo. 'sto cantante ha perlomeno squarciato il velo sull'ipocrisia di fondo che è da sempre sottesa al concetto di "eroe". domando: quanti di NOI, a partità di stipendio di trattamento, senza nessun particolare guadagno in più avrebbero accettato di fare ciò che hanno fatto falcone e borsellino? nessuno gliel'ha imposto. o no? potevano legittimamente sottrarcisi, magari chiedendo il trasferimento ad altra sede. o no? quanti di NOI si direbbero "ok, senza guadagnarci niente di più e niente di diverso rispetto ai miei colleghi, accetto di ricschiare la vita"? la risposta datela a VOI STESSI. gli eroi fanno comodo: mettono a tacere la nostra coscienza, perchè "tanto qualcuno che fa l'eroe esce sempre. perchè DOVREI FARLO PROPRIO IO?"
2019-06-11 15:46:41
E non credi che se tutti facessero il tuo ragionamento staremmo molto ma molto peggio? La qualifica di eroe lo dà, guarda caso, chi invece di supportare quelle persone che si sacrificano, PERCHé SENTONO L'INTIMO BISOGNO DI DOVER FARE QUELLO CHE FANNO,, gli remano contro fino ad immolarli. Mi riferisco a pezzi dello stato inqualificabili.

QUICKMAP