Oggi è un altro giorno, Roberto da Crema e l'intervista boom dalla Bortone: delirio in studio

Oggi è un altro giorno, Roberto da Crema e l'intervista boom dalla Bortone: delirio in studio
Oggi è un altro giorno, Roberto da Crema e l'intervista boom dalla Bortone: delirio in studio
Martedì 27 Settembre 2022, 21:00 - Ultimo agg. 22:35
4 Minuti di Lettura

Roberto da Crema ospite a Oggi è un altro giorno ha creato scompiglio in studio. E questa non è una novità, visto che il grande pubblico è abituato alla sua estrosità. Ma questa intervista è stata sicuramente tra le più surreali mai realizzate dalla padrona di casa Serena Bortone. Il re delle televendite, in arte "Baffo", ha lasciato basiti gli ospiti in studio. Memo Remigi non ha saputo se ridere o piangere, Jessica Morlacchi, nel corso dell’intera chiacchierata del mitologico Baffo, ha fatto delle facce che sono state tutte un programma, Laura Freddi è rimasta disorientata.

Non appena è entrato in studio, il Baffo ha intonato una canzone a Serena Bortone su due piedi, improvvisando con la sua inconfondibile voce. «Boom, fate un applauso però» ha chiesto Roberto al pubblico, che ha risposto con un tiepido battito di mano. Dopodiché ha fatto una ‘tirata’ superba, come se stesse vendendo se stesso. In studio tutti esterrefatti, piacevolmente disorientati: «Non applaudite e allora andate a…» ha continuato con ironia, rivolgendosi di nuovo al pubblico. Dopo, poi, hanno parlato del leggendario scherzo in onda anni fa su Rai Tre. Roberto, per finta, si mise a vendere l’aeroporto di Linate di Milano e fu talmente convincente che arrivarono in trasmissione chiamate di persone convinte che la struttura fosse davvero in vendita. La performance di allora è stata trasmessa dalla Bortone. «Ma dove l’avete presa ste roba?» il commento del televenditore, che ha narrato i dettagli di quell’esibizione. Naturalmente urlando. «Mi stai facendo salire un’adrenalina» ha continuato la conduttrice. «Devo smettere?». «No, devi essere te stesso» ha risposto la giornalista. 

Cinema poi sul termine "eco-pelle”. Roberto ha sostenuto che lo ha inventato lui il termine quando si è ritrovato a vendere abiti che «non erano né di plastica né di pelle. Ma sei un genio» la sottolineatura della Bortone. E da piccolo com’era il Baffo? Sognava di cantare come Adriano Celentano. «Andavo all’osteria con papà. A mio padre offrivano da bere se io cantavo con la scopa Celentano» ha ricordato. Serena ha subito fatto arrivare in studio una scopa e Roberto ha iniziato a saltare e cantare, usandola come microfono, in memoria dei tempi d’infanzia. Uno show surreale, con la Bortone travolta dall’esuberanza dell’ospite: «Ok, ora calmiamoci». Ovviamente il Baffo ha fatto tutto tranne che quietarsi.

L’intervista ha virato sui primi passi nel mondo commerciale di Roberto. Erano gli anni settanta e lui andava a vendere porta a porta. Il Baffo ha snocciolato una serie di aneddoti incredibili, confidando che con alcune signore ha pure avuto delle scappatelle: «Mai fidanzato con le clienti, ma diciamo che ci sono stati dei momenti piacevoli. Quando andavo con l’aspirapolvere, a volte, trovavo la signora cotonata che mi diceva: ‘Lo provi in camera da letto’. Succedevano cose strane».

© RIPRODUZIONE RISERVATA