Roby Facchinetti in lacrime a Domenica In: il ricordo di Stefano D'Orazio e della strage Covid a Bergamo

Domenica 30 Gennaio 2022
Roby Facchinetti in lacrime a Domenica In: il ricordo di Stefano D'Orazio e dei morti di Bergamo

Roby Facchinetti, ospite a Domenica In, nello spazio dedicato all’informazione sulla pandemia si è commosso al ricordo dell'amico scomparso due anni fa, Stefano D'Orazio. Il cantautore, nella primavera del 2020 quando il Covid-19 ha iniziato a diffondersi e fare vittime, in video-collegamento con Mara Venier presentò il brano Rinascerò, Rinascerai composto con l'amico e collega per le vittime di Bergamo.

Rivedendo quelle immagini, il frontman dei Pooh si è commosso: «Queste immagini sono molto forti. Quello era uno dei momenti più dolorosi e duri, anche perché nella mia città non si capiva esattamente cosa stesse accadendo. C’era questo terrore per i nostri familiari e parenti. Io poi ho perso 7 persone».

Ed è nel pieno dolore di quella primavera che Roby e D'Orazio hanno composto la canzone simbolo della rinascita della città lombarda e, più in generale, dell’Italia intera. Mara Venier chiede al suo ospite di riproporla dal vivo: l’esibizione commuove tutti.

«È un brano che evoca speranza, rinascita e questa era stata la mia volontà di fare un brano per la mia città in quel momento, che aveva bisogno di aiuto e di essere confortata anche attraverso la musica. La musica ha anche un po’ questo ruolo». Una canzone divenuta il simbolo di questa battaglia: «Quella situazione ha premiato la creatività, non sarebbe mai nato quel brano». E conclude: «Grazie a te e grazie a Stefano, perché voglio sempre ricordare anche il nostro Stefano».

Ultimo aggiornamento: 18:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA