Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Rula Jebreal, le violenze subite dalla mamma e l'infanzia in orfanotrofio

Sabato 12 Marzo 2022
Rula Jebreal ricorda a Verissimo le violenze subite dalla mamma e l'infanzia in orfanotrofio

Rula Jebreal, ospite di Verissimo, è una giornalista affermata e si batte per i diritti delle donne da sempre. La tragedia vissuta dalla madre le ha sempre trasmesso la voglia di lottare e di rendere il mondo un posto migliore. Da Silvia Toffanin ricorda appunto la mamma, vittima di abusi morta prematuramente. E ricorda anche la malattia del padre e l'infanzia in orfanotrofio. 

Video

La storia della madre è come quella di tante altre donne: «Nelle zone di guerra il corpo della donna diventa un campo di battaglia, ma anche in tempo di pace. Tante donne subiscono abusi, una donna su tre viene abusata in tutto il mondo. La storia di mia madre mi ha lasciato un desiderio di combattere. Ha subito violenze e ingiustizie».

 

Il papà si è ammalato di leucemia, ma ha scelto di pagare i libri ai figli piuttosto che le medicine. Era un uomo dignitoso, che ha subito umiliazioni. Rula racconta anche dell'orfanotrofio in cui ha vissuto: «La donna che lo ha fondato era la mia seconda mamma. Mi mancava il calore di una casa e di una famiglia, ma avevo tante sorelle. Tutte le bambine che sono cresciute lì hanno avuto successo nella vita».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche