Sabrina Paravicini di «Un medico in famiglia»: insultata perché ho fatto la chemio

di Alessia Strinati

0
  • 327
Insultata per essersi curata dal tumore. Sabrina Paravicini, attrice molto amata di "Un medico in famiglia", fiction di Rai 1 in cui interpretava l'affascinante infermiera Jessica Bozzi, confidente del protagonista Lele Martini, sta combattendo contro un cancro al seno. L'attrice ha deciso di raccontare il percorso ai suoi followers su Instagram, ma non è mancato chi l'ha attaccata.

Vasco Rossi, la fan Laura resta «Senza parole»: affetta da sclerosi multipla, andata al concerto del suo mito



Ritiratasi dal mondo dello spettacolo per badare al figlio malato di Asperger, Sabrina si è accorta di non stare bene. Ha raccontato di aver sentito di forti dolori al seno, ma dagli esami non risultava esserci nulla se non una cisti che teneva sotto controllo da diversi anni. Controlli più approfonditi hanno però mostrato una massa, che era rimasta nascosta dalla cisti: «Quando ho avuto la diagnosi, il tumore aveva solo sei mesi, era grande due centimetri e mezzo e aveva già creato un'area infiammatoria di 6 centimetri. Era veloce e aggressivo. Non ancora operabile. Nel giro di due settimane ho iniziato la chemioterapia».

L'attrice si è sottoposta alla chemio e finalmente dopo diversi cicli il cancro è in remissione. Ma Sabrina ha raccontato di essere stata offesa e attaccata da alcune persone per la sua scelta di fare la chemio: «A tre giorni dalla diagnosi, una sorta di guru alternativo mi ha insultata per telefono perché non ho accettato di fare solo il ‘suo' protocollo curativo di 120 giorni, mi gridò: “Si faccia avvelenare dalla chemioterapia, che stupida!” Ma questo è il referto della risonanza che ho fatto dopo 4 cicli di epirubicina, un mese fa: remissione al 90% del tumore».
Mercoledì 19 Giugno 2019, 17:25 - Ultimo aggiornamento: 19-06-2019 18:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP