Sanremo2018, Fiorello accetta l'invito di Baglioni con una telefonata: «Mi sono detto: "perchè no?»

0
  • 17
«Voglio fare lo scaldapubblico nella serata di apertura»: quando nessuno lo considerava più della partita, Fiorello scende in campo a sorpresa per annunciare che sarà al Festival di Sanremo martedì 6 febbraio accanto al suo amico cantautore, direttore artistico e gran cerimoniere Claudio Baglioni. Lo annuncia con una telefonata durante la prima puntata della sua nuova trasmissione, su Radio Deejay, 'Il Rosario della serà. E Baglioni risponde euforico sfoggiando grande simpatia ed ironia.

«Claudio - dice Fiorello - circa dieci giorni fa mi hai mandato un messaggio bellissimo per invitarmi al Festival ed io ti ho risposto che sono un tipo ansioso, che non ce la faccio e quelle menate lì che faccio sempre io... In questi giorni però ti ho visto in tv che facevi l'imbianchino negli spot, ci ho pensato e mi sono detto perché no?». Sorpresa la reazione di Baglioni: «Ma veramente? Che notizia bella è questa! Prendete le vivande migliori per il figliol prodigo, ci siano 20 anni di feste di continuo!». Divertente il siparietto che ne nasce. «Visto che il maestro Enrico Cremonesi è vegano - osserva Fiorello - apriamo la papaia più grossa che c'è!». E Baglioni, ridendo, gli fa eco: «Certo, uccidete il cocomero più grosso che si possa pensare!». L'affiatamento tra i due, nati lo stesso giorno, il 16 maggio (nel '51 Baglioni e nove anni dopo Fiorello) è noto. Dalle candeline spente insieme più volte a Viva Radio2 all'indimenticabile serata sul palco della Guitgia a Lampedusa, in occasione di ÒScià, Rosario e Claudio hanno regalato ai fan momenti di grande musica e divertimento.

Fiorello è il personaggio giusto per tirare fuori il lato più ironico, autoironico e divertente di Baglioni e il Festival, c'è da scommetterci, ne sarà l'ennesima prova. A Sanremo Fiorello ha già partecipato sia come cantante in gara, nel '95 con 'Finalmente tù, che come ospite, nel 2001, edizione condotta da Raffaella Carrà. Ma più volte, negli anni, il suo nome è spuntato come desiderio o possibile sorpresa tra falsi annunci, smentite e qualche incursione a distanza come il videomessaggio a sostegno di Francesca Michielin nel 2016. Dopo avere giocato ad imitare Caparezza che duetta con la voce registrata di Baglioni sulle note di 'Sabato pomeriggiò, Fiorello si candida, dunque, a fare «lo scaldapubblico» in apertura della prima serata del Festival, mentre Baglioni fa di tutto per convincerlo ad esibirsi verso le 22,30 «nel momento clou».

La diatriba va avanti per alcuni minuti, ma Fiorello non ne vuole sapere e insiste: «Ti prego, Claudio, fammi fare l'inizio. Io alle dieci e mezza già dormo da mezz'ora...». E Baglioni, perplesso, esclama: «Come, dormi da mezz'ora?». Intanto Fiorello tira dritto e già si prepara ad animare la platea dell'Ariston: «Claudio, fidati, io il pubblico di Sanremo lo conosco... Sai cosa faccio? 'Su le mani! Giù le mani!'. Pensa Orfeo che tira su le mani... Io impazzisco!». Baglioni, divertito e un pò rassegnato, rinvia il problema della scaletta, incassa il sì e si gode la notizia: «Intanto faccio gli auspici: tiro giù le mani e le tengo molto giù come rito propiziatorio», esclama in mezzo alle risate dello studio. Dopo lo scoop sul Festival, Fiorello regala al pubblico del Rosario della Sera (in onda su Deejay dal lunedì al venerdì dalle 19 alle 20) la presenza del gruppo del momento, i Maneskin, e le brillanti imitazioni di Gabriella Germani, da Ilaria D'Amico a Giorgia Meloni. Prima di chiudere lancia un'ultima notizia: «Mi ha appena scritto Teodoli Angelo», il direttore di Raiuno. E cala il sipario radiofonico.
Lunedì 29 Gennaio 2018, 19:28 - Ultimo aggiornamento: 30-01-2018 07:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP