Valeria Marini: «Per non sentire i no-vax scriverei alla Nasa per andare su Marte»

Domenica 8 Agosto 2021
Valeria Marini: «Per non sentire i no-vax scriverei alla Nasa per andare su Marte»

Valeria Marini continua a lanciare messaggi per incentivare i suoi fan a sottoporsi al vaccino anti Covid. Ma questa volta la show girl si scaglia contro i no-vax le cui teorie complottiste, a suo avviso, rischiano di riportare in zona Gialla la sua amata Sardegna.

«Complottisti rallentano il superamento della pandemia»

«Più sento parlare i no-vax e più mi viene voglia di fare domanda alla Nasa per vivere un anno isolata come su Marte». Così Valeria Marini, che da diversi giorni lancia appelli per la vaccinazione («è un dovere civile nei confronti di noi stessi e degli altri»), ironizza con l'Adnkronos sulla notizia della ricerca da parte della Nasa di 4 volontari che testino per un anno, a Houston, in un ambiente che simula le condizioni atmosferiche di Marte, come si può vivere sul pianeta rosso nell'ambito degli esperimenti in corso per preparare lo sbarco di esseri umani.

 

Valeria Marini, lacrime a Supervivientes: la telefonata con la mamma e la truffa subita

 

«Almeno non dovrei più sentire le teorie complottiste e folli di questi no-vax che rischiano di riportare la mia amata Sardegna in zona gialla e di rallentare in tutto il mondo il superamento di questa tragica pandemia. Magari vado su Marte e torno quando hanno finito!», conclude scherzando l'attrice e conduttrice.

 

 

«La mia Sardegna martoriata»

 

La showgirl si esprime poi sugli incendi che stanno devastano la sua terra natale, la Sardegna, nelle ultime settimane: «Ogni anno è la stessa storia. Da troppo tempo si uniscono i problemi climatici al sospetto che alcuni di questi roghi siano dolosi. Vedere la mia Sardegna così martoriata mi fa male al cuore, come mi fa male pensare alla Sicilia, dove sta andando in vacanza, che è nella stessa situazione».

 «Bisognerebbe investire di più in prevenzione - aggiunge la showgirl - organizzarsi per tempo, mettere a disposizione di queste regioni più mezzi perché possano intervenire subito e in maniera massiccia nello spegnimento». «Sono in partenza per la Sicilia e poi andrò come sempre qualche giorno anche in Sardegna. Spero che la situazioni migliori. Come spero che queste due regioni non debbano tornare in zona gialla a causa dei contagi tra i turisti e la popolazione residente. Io mi sono vaccinata, ho fatto la seconda dose la scorsa settimana, e invito tutti a fare lo stesso. è una responsabilità civile che abbiamo tutti, verso noi stessi e verso gli altri», conclude.

 

 

Ultimo aggiornamento: 15:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA