Wanna Marchi, i segreti della serie Netflix: ecco perché il figlio Maurizio non compare mai

Wanna Marchi, i segreti della serie Netflix: ecco perché il figlio Maurizio non compare mai
Martedì 27 Settembre 2022, 08:25 - Ultimo agg. 11:13
3 Minuti di Lettura

Alessandro Garramone, autore della docu-serie che racconta Wanna Marchi, in onda dal 21 settembre su Netflix, ha svelato a Fanpage segreti e retroscena avvenuti durante le riprese. «A telecamere spente è una donna pacata. Parla a voce molto più bassa, dice pochissime parolacce. Si accende così solo quando sa di essere in video, a differenza della figlia che è più o meno come la vedete anche nel privato. Comunque l’ho trovata educatissima. E lo dico pur avendoci litigato» ha dichiarato l'autore.

The Crown 5, il trailer con i nuovi Elisabetta, Carlo, Diana: ecco quando uscirà la nuova serie

Il motivo del litigio

La discussione sarebbe avvenuta perchè sia la Marchi che sua figlia, Stefania Nobile, volevano avere maggior controllo editoriale sulla serie. Garramone però non è sceso a compromessi, non solo non ha mai rivelato chi fossero gli altri intervistati ma non gli ha neanche permesso di vedere gli episodi in anteprima. Motivi per cui Wanna si è infuriata. Un altro elemento di attrito, non meno importante, riguarderebbe i soldi, la partecipazione al progetto che le ha viste protagoniste infatti non gli è stata pagata.

 

Il figlio di Wanna

«L'unico compromesso a cui siamo scesi è stato non coinvolgere suo figlio Maurizio Nobile» ha dichiarato Garramone. Wanna ci ha detto: «Non voglio parlare di lui, è già stato colpito abbastanza da tutta questa vicenda senza averne preso parte con noi». Nemmeno da parte di Maurizio, che fa l'antiquario, c’era interesse a partecipare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA