La favola di Florence Nakaggwa,
prima donna ugandese ciclista

La favola di Florence Nakaggwa, prima donna ugandese ciclista
Lunedì 3 Ottobre 2022, 11:15 - Ultimo agg. 12:40
2 Minuti di Lettura

Si chiama Florence Nakaggwa, ha 21 anni, si allena sulla bici alla periferia di Masaka, una città a 80 miglia dalla capitale ugandese, Kampala percorrendo centinaia di chilometri su strade sterrate o a volte piene di fango. E' così che si ' fatta le ossa e ha sbaragliato ogni tipo di concorrenza fino ad ottenere un contratto professionistico. In pratica Florence è la prima donna ciclista ugandese che corre con il Team Amani, un club che ha sede nei Paesi Bassi e in diversi altre nazioni africane. Con questo contratto la sua vita ha fatto un salto di qualità. Guadagna 900.000 scellini ugandesi (circa 230 euro) al mese, oltre che adeguate attrezzature, spese mediche, abbigliamento. L'ascesa di Florence è stata una festa per il suo villaggio dove la gente la ha vista crescere sulle bici, a volte insultandola perché non erano passatempi da bambine. Il ciclismo è ancora una cosa da uomini nella cultura ugandese e il passaggio di Florence dal punto di vista culturale significa tantissimo. Nel frattempo l'officina di riparazione di biciclette dove Nakaggwa lavora part-time è diventato famoso e il clichè che una donna non possa essere brava a riparare bici o a pedalare sta finendo in soffitta. Sette anni fa la svolta per questa ragazza tenace e ottimista è arrivata quando il club Team Amani si è imbattuto nella sua storia. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA