Al via il Campionato di Società e gli Assoluti estivi alla Scandone

Vernole-Valori-Mellone
Vernole-Valori-Mellone
di Diego Scarpitti
Domenica 10 Luglio 2022, 17:11
4 Minuti di Lettura

Scandone nuovamente protagonista. Al via il Campionato di Società e gli Assoluti estivi. «Napoli ha portato fortuna al nuoto paralimpico», spiega Roberto Valori, presidente della Finp. Si preannuncia una invasione clorata. Dopo la straordinaria impresa di Funchal, dove la Nazionale italiana si è riconfermata sul tetto del mondo, ecco un’altra bella pagina di sport. E si registra il boom di presenze: ben 240 gli atleti appartenenti a 67 società italiane, mai così forti, mai così tanti. Fuorigrotta centro del mondo. Ai blocchi di partenza previsti 22 dei 29 azzurri che hanno preso parte alle Paralimpiadi di Tokyo 2020, 19 su 23 i nuotatori presenti ai Campionati del Mondo di Madeira 2022, in acqua 15 dei 16 azzurrini impegnati agli European Para Youth Games in Finlandia.

 

«Napoli rischia di diventare la Lignano Sabbiadoro del Sud, sede della Coppa del Mondo paralimpica. A Napoli eventi meravigliosi, e la prossima settimana toccherà alla pallanuoto con tre squadre partenopee. All’ombra del Vesuvio il movimento paralimpico cresce bene con nuovi iscritti e tanti giovani. Napoli merita questo e ben altro», asserisce convinto Valori. «In tanti si sono messi in gioco, il tecnico Enzo Allocco, il delegato regionale Finp Campania Vittorio Abete, il presidente della Expert Napoli Lions, Andrea Scotti Galletta. Tante risorse e molteplici competenze. E i risultati arrivano».

Due piscine olimpioniche a disposizione. «Con le Universiadi la Scandone si è rifatta il look: impianti disponibili e appetibili per manifestazioni di livello. Ci agganceremo a questa possibilità anche più di una volta. Occasione d’oro una seconda vasca al piano, ideale per il warm up e le gare. Da Napoli si diradano le nuvole con un cielo azzurro», afferma soddisfatto il numero uno della Federazione italiana nuoto paralimpico.

Da Napoli a Napoli. Andata e ritorno. Dal collegiale di maggio alla competizione di luglio, passando per la rassegna iridata in Portogallo. «Siamo appena usciti da un Mondiale di altissimo livello. Confermarsi la Nazione campione del mondo era molto complesso. Nel 2019 avevamo vinto il Mondiale a Londra. Ottime le sensazioni provate a Napoli nel collegiale. Un gruppo giovane e maturo con ragazzi preparati e dall’atteggiamento e dagli obiettivi ben chiari», sottolinea il direttore tecnico Riccardo Vernole. «E’ stato un Mondiale storico e Napoli è nel nostro cuore. Prepararci qui è stato perfetto: accoglienza di alto livello, soprattutto per gli spazi acqua. Bisogna ringraziare il Comune di Napoli in primis e il Centro Sportivo Portici, perché hanno creduto nel nostro lavoro quotidiano, che non lascia nulla al caso. Ritorniamo a Napoli per festeggiare nel modo che sappiamo fare: gareggiare», dichiara il dt azzurro.

«Sarà un momento di fine stagione e di ripartenza per la stagione che verrà. Con l’intento di rinforzare la squadra con nuove leve e con obiettivi a lungo termine. Abbiamo rappresentato l’Italia al meglio e questo ci rende soddisfatti. Quanto accaduto in Portogallo non era scontato. Impossibile dimenticare il percorso iniziato nel 2009. Non dobbiamo fermarci e dobbiamo lavorare sodo. Abbiamo la necessità che tutte le società sportive della Fin e della Finp abbiano quell’intelligenza e quella volontà di attivarsi in maniera seria e professionale sull’attività paralimpica, perché è un mondo in espansione», argomenta Vernole.

Condizioni ideali. «E’ sicuramente una bellissima emozione vedere Napoli capitale dello sport paralimpico e in questo caso del nuoto. L’appuntamento della prossima settimana con il torneo della pallanuoto (campionato con 8 società, di cui una di Napoli, una di Pozzuoli e una di Portici) crea una grandissima soddisfazione nel comitato paralimpico e nella Finp», avverte Carmine Mellone, presidente Cip Campania (nelle foto di Gianluca Madonna). «Segno di un grosso lavoro fatto sul territorio e che sta producendo risultati visibili. Siamo soddisfatti di questa attenzione che ci rivolge la Finp a Napoli, perché merita e offre grandi possibilità a tutto lo sport, in particolare a quello paralimpico».

«Napoli e la Scandone hanno delle potenzialità enormi in ambito sportivo», argomenta Luca Piscopo, coordinatore nazionale Fiamme Oro. «I campionati italiani paralimpici ritornano a Napoli e questo deve essere motivo di orgoglio. Dopo i brillanti risultati ottenuti dalla Finp al Mondiale, tanti atleti e società partecipano ad una kermesse organizzata, ancora una volta , in maniera impeccabile. Auspichiamo che la Scandone diventi sempre più riferimento per le discipline acquatiche anche con eventi internazionali», conclude Piscopo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA