La ripartenza dell'Amatori Napoli
tra bambini, sviluppo tecnico e serie A

Lunedì 11 Ottobre 2021 di Diego Scarpitti
Rodolfo Antonelli

Crescere insieme. Il Villaggio del Rugby riapre finalmente i battenti. Dopo diciotto mesi la palla ovale torna a rotolare ufficialmente sul rettangolo verde di Bagnoli, nell’ex base Nato. Preludio della stagione agonistica, che inizierà domenica 17 ottobre, il torneo che ha visto protagonisti ben 150 bambini, rugbisti in erba ma già sognatori ambiziosi e fiduciosi di approdare tra qualche anno nella massima serie. Vivaio dell’Amatori Napoli particolarmente prolifico, seguito scrupolosamente da Rodolfo Antonelli e dal suo staff, sotto l’egida del direttore tecnico Lorenzo Fusco e del presidente Diego D’Orazio.

 

In campo diverse fasce d’età: dal più piccolo di 3 anni ai nati nel 2009. Divisi in cinque categorie: under 5, 7, 9, 11 e 13. Un torneo organizzato per dare la possibilità a tutti i bambini di iniziare a familiarizzare con la disciplina tanto amata. Il grande numero dei partecipanti ha consentito di imbastire più di tre squadre per ogni categoria. La splendida giornata di sole, la enorme voglia di ricominciare e di divertirsi, i genitori numerosissimi ad assistere sugli spalti, hanno fatto da splendida cornice alle partite che si sono rapidamente susseguite. Tante le mete realizzate, così come i placcaggi. Nessuna classifica finale però. Tirando le somme si può affermare con certezza che è stata una splendida giornata di rugby.

«Da quest'anno insieme a Lorenzo Fusco e Massimo Mascioletti abbiamo condiviso un progetto di sviluppo tecnico del club, che va dalle categorie del minirugby fino alla prima squadra. Questo porterà ad avere una linea tecnica unica e sviluppare una filosofia di gioco di tutto il club», spiega Francesco Galgani, responsabile sviluppo tecnico verdeblu. «Lavorerò direttamente sul campo con le categorie juniores (under 15-17-19) e con la seniores impegnata in serie A, mentre col minirugby, insieme a Rodolfo Antonelli, ci occuperemo dei tecnici, sia in aula che in campo, per riportare le esigenze del rugby dei grandi e condividere principi che vanno sviluppati, secondo noi, sin da bambini, per creare uomini e atleti migliori in campo e nella vita», conclude fiducioso Galgani.

Scaldano i motori, intanto, capitan Alessandro Quarto e compagni. Ultima settimana di preparazione in vista della prima giornata di campionato. Per l’Amatori Napoli, inserito nel girone 3, la serie A riparte dalla trasferta a Cesena contro Romagna (ore 15.30). Allo stesso orario le ragazze dell’Amatori Torre del Greco, nel gruppo 4, saranno chiamate a battagliare tra le mura amiche con Bisceglie Rugby.

© RIPRODUZIONE RISERVATA