Amatori Napoli-Civitavecchia,
è l'ora dello storico debutto in A

Domenica 20 Ottobre 2019 di Diego Scarpitti
Amatori Napoli Rugby
Da incorniciare il 2019 per l’Amatori Napoli Rugby. A febbraio il Five Nations con Irlanda, Francia, Germania, Inghilterra e Italia organizzato a Bagnoli, la promozione conquistata in serie A nel mese di maggio, le Universiadi a luglio disputate al Villaggio del Rugby nell’ex base Nato, 20 ottobre la storica data del debutto nel panorama ovale che conta. Capitan Alessandro Quarto e compagni pronti ad iniziare una stagione che si annuncia memorabile. «Sono emozionato e orgoglioso di scendere in campo con la maglia dell’Amatori e di scrivere la storia del club verdeblù già nella prima partita di serie A».

Girone 3, fischio di inizio alle ore 15.30 contro Civitavecchia Centumcellae tra le mura amiche in una domenica dove l’attenzione dei napoletani sarà rivolta esclusivamente al grande rugby all’ombra del Vesuvio. «Ci faremo trovare pronti con l’atteso appuntamento della serie A. I nostri ragazzi sono carichi a mille e hanno avuto più tempo per allenarsi, perché il campionato inizia dopo i Mondiali in Giappone», spiega il presidente dell’Amatori, Diego D’Orazio. Figlio d’arte, papà Raffaele conquistò due scudetti nel biennio 1964-1966.
 
 

«Abbiamo ancora parecchi sogni da tirare fuori dal cassetto. I giocatori hanno meritato la promozione e hanno le carte in regola per conservare la categoria a pieno titolo», racconta il tecnico Lorenzo Fusco, un nome una garanzia. «Serve un approccio positivo. Vedo un futuro molto roseo per i ragazzi dell’Amatori: puntiamo non soltanto sulla seniores ma ambiamo a diventare un punto di riferimento dell’intera città. Entreremo nel cuore della gente», promette Fusco (nelle foto di Luigi Petrucci).

Corre veloce sui social l’invito a non mancare allo storico debutto. «La nostra prima volta in serie A». E così sia.  © RIPRODUZIONE RISERVATA