Anzio Waterpolis-Rari Nantes Salerno,
la sfida degli ex Vassallo e Gandini

Venerdì 3 Dicembre 2021 di Diego Scarpitti
Matteo Citro

«Partita delicata e importante». Anzio Waterpolis a 11, Rari Nantes Salerno a 12. Posta in palio pesante. Lo sa bene l’ex di turno e salernitano classe 1993 Gabriele Vassallo. «Sono nato alla Rari Nantes, dove ho trascorso cinque anni in serie A2 e un lustro nelle giovanili», ricorda il valido portiere. Il giallorosso il suo tratto distintivo: dalla città patronata da san Matteo alla Canottieri Napoli. ««L’esperienza a Salerno è stata importante per la mia carriera: sono affezionato ai ragazzi che ritroverò domani e alla società», spiega Vassallo alla vigilia della decima giornata di A1. Altro ex l’attaccante di Imperia, protagonista della promozione in massima serie. «Cristian Gandini ci tiene a ben figurare», avverte Vassallo, una sicurezza tra i pali.

I ragazzi di Matteo Citro dovranno tenere d’occhio l’attaccante Alex Giorgetti e il centroboa Federico Lapenna, ex giocatori del Molosiglio. «Anche se neopromossa, l’Anzio ha diversi giocatori esperti, ha vinto gare importanti in trasferta». Il tecnico salernitano svela le insidie del match. «Ci sarà sicuramente da lottare. Dobbiamo mettere in acqua carattere e qualità», è quanto Citro pretende dai suoi.

Capitan Michele Luongo e compagni proveranno a consolidare la classifica. «Ad Anzio abbiamo ottenuto la storica promozione in A1», afferma il leader-goleador. «Impianto rinnovato con lavori eccezionali. Sarà una partita complicata, ci contenderemo tre punti fondamentali. Siamo pronti e andiamo fiduciosi», conclude Luongo. Start alle ore 16.30 allo Stadio del Nuoto. Ancora assente Daniel Gallozzi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA