Biathlon, perquisizioni in hotel
a Bolzano alla squadra russa

Sabato 22 Febbraio 2020
Perquisizioni sono state effettuate questa mattina nell'albergo in cui alloggiano i membri della squadra russa di biathlon, impegnata nei mondiali di Anterselva (Bolzano): lo riferisce il presidente della Federazione di biathlon russa, Vladimir Drachev, ripreso dalle agenzie russe. Le perquisizioni sono state effettuate dal Nas di Trento suordine della procura di Bolzano per un sospetto di doping. Sempre secondo la Tass, nell'autorizzazione per la perquisizione si riporta che l'atleta Aleksandr Loginov è sospettato di violazioni delle norme antidoping. Loginov ha già scontato una squalifica di due anni dal 2014 al 2016 per l'uso dell'Epo. Secondo Drachev, la ricerca riguarderebbe anche il fatto che l'allenatore personale di Loginov, Aleksandr Kasperovich, avrebbe usato l'accredito di un'altra persona.

L'ambasciata russa in Italia fa sapere di aver «contattato il ministero degli Esteri italiano e l'ufficio del presidente del Consiglio dei ministri» chiedendo «spiegazioni» per «la situazione riguardante le perquisizioni dei biatleti russi ad Anterselva». Lo riporta l'agenzia Interfax citando il profilo Twitter dell'ambasciata.
Ultimo aggiornamento: 12:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA