Big 4 Santa Lucia 2019
al Posillipo di Brancaccio

Lunedì 9 Settembre 2019 di Diego Scarpitti
Posillipo
Palazzo Reale troneggia davanti, l’imponente Vesuvio si staglia alle spalle. Piscina del Molosiglio incastonata in uno scenario fantastico e fiabesco al contempo. Si è invogliati a giocare, se immersi in una vera cartolina. Luogo d’arrivo della Capri-Napoli, il Circolo Canottieri ha ospitato anche la quinta edizione del Big 4 Santa Lucia, quadrangolare ideato da Francesco Salerno, dedicato a Luciano De Crescenzo e vinto dal Posillipo di Roberto Brancaccio. Prima uscita stagionale delle compagini clorate e prime indicazioni sulle quali riflettere. «Siamo un cantiere aperto. Venerdì mattina partenza per Malta. Cercheremo di mettere in questi giorni lavoro tecnico tattico nel serbatoio ed arrivare all’impegno di coppa nel migliore dei modi», spiega il tecnico rossoverde al debutto europeo, che si avvarrà dell’innesto di diversi e brillanti giovani.
 
 

Premiati dal presidente Fin Campania, Paolo Trapanese, i posillipini hanno superato in finale (7-3) i cugini giallorossi, guidati dal neo tecnico Christian Andrè. «Sono contento. Abbiamo due settimane di lavoro alle spalle. Mancavano il capitano Umberto Esposito e il mancino Gigi Di Costanzo. Mi è piaciuto l’atteggiamento dei ragazzi. Sarà determinante il contributo della squadra nel corso della stagione», osserva il successore di Paolo Zizza. Sul gradino più basso del podio la Carpisa Yamamay Acquachiara di Mauro Occhiello (nelle foto di Gianluca Grazioso). «Si è respirato un clima di festa, merito dell’organizzatore Salerno. È stato un modo per rivederci e stare insieme», ha affermato il coach biancazzurro, che radunerà i suoi nella prossima settimana per cominciare la preparazione. «Siamo in fase di assemblaggio, mancavano Mimmo Mattiello, Dario D’Antonio e il nuovo centroboa. Ci siamo divertiti e abbiamo onorato il torneo. Tra un mese vedremo il vero valore dei gialloblù con qualche chilometro nelle gambe», argomenta Federico Calvino, subentrato a Paolo Iacovelli sulla panchina della Studio Senese Cesport.

I giocatori hanno preso confidenza con le nuove regole, che rendono il gioco maggiormente veloce e incentrato sulla tecnica in luogo della fisicità. Domenica 15 settembre si bissa nelle acque antistanti il Circolo Rari Nantes Napoli. Organizzazione sempre affidata all’avvocato Francesco Salerno, che ringrazia il vicepresidente Marco Gallinoro e il consigliere Luca Piscopo.   
  © RIPRODUZIONE RISERVATA