Campolongo Salerno-Palermo 8-13:
sfuma il sogno europeo per i giallorossi

Sabato 14 Maggio 2022 di Diego Scarpitti
Rari Nantes Salerno

Per la finalina del 7°-8° posto capitan Michele Luongo e soci affronteranno la perdente di Ortigia-Quinto. Alla Vitale, dove hanno seguito la semifinale playoff gara 2 Biagio Agostino, Peppe Casella e Nicola Borrelli, Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno-Telimar Palermo finisce 8-13 (parziali di 2-3, 0-4, 3-4, 3-2). E sul piano vasca spicca la maglia rossa del Centenario. Limited edition con un 100 in bella mostra. Così come il costume dei pallanuotisti giallorossi a ricordare un secolo di storia.

 

Chiudono la pratica i siciliani. Tripletta di Davide Occhione e tre rigori concessi dalla coppia arbitrale Petronilli-Navarra in quello che notoriamente viene considerato il «tempo della verità». Protesta Marco Baldineti, trasforma il mancino Nicola Cuccovillo (5-9). Protesta il centroboa croato Mislav Tomasic, realizza l’attaccante di Sibenik, Andrija Vlahovic (5-10). Si rinnova il duello dai cinque metri tra Cuccovillo e il portiere Gianmarco Nicosia, campione del mondo e Collare d’oro al merito sportivo, e la spunta l’estremo difensore romano classe 1998. Il palermitano Occhione manda in soffitta l’incontro (5-11). Nel quarto e ultimo periodo il bomber Luongo concretizza il penalty a 13 secondi dalla sirena e cala il tris personale. 

Sfuma il sogno continentale. Termina la corsa verso l'Euro Cup. «Ci riproveremo più forti di prima», fanno sapere i pallanuotisti della Rari Nantes. «Grazie a tutti per averci creduto e per averci sostenuto in piscina come da casa», concludono i giallorossi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA