Canottieri Napoli-Arechi
derby clorato alla Scandone

Venerdì 14 Maggio 2021 di Diego Scarpitti
Francesco Altomare

Tra una pagina di diritto commerciale e gli allenamenti al circolo si approssima il derby campano. Canottieri Napoli-Rari Nantes Arechi è il lunch match (ore 13) alla piscina Scandone, recupero dell’ottava giornata del girone Sud. «Sto riuscendo a conciliare sport e studio. Sono iscritto alla Federico II e sono in regola con gli esami di giurisprudenza: 9 su 9 con la media del 28», racconta soddisfatto il portiere giallorosso Francesco Altomare alla vigilia del penultimo incontro della regular season.

 

Ex di turno, confida nella voglia di riscatto di capitan Biagio Borrelli e compagni. «E’ una gara fondamentale per arrivare al secondo posto e disputare i playoff. La squadra è pronta e vogliamo vincere», ammette fiducioso il classe 2000, cresciuto al Molosiglio. «Il derby è una sfida particolare, quindi mai abbassare la guardia. Lotteremo fino alla fine per raggiungere la vittoria», afferma convinto l’estremo difensore napoletano.

Peserà l’assenza dello slovacco Maros Tkac, ritornato in patria e stagione finita per il prolifico attaccante. All’andata (sabato 13 febbraio) s’impose la Canottieri 12-8 alla Vitale con la cinquina del centroboa di Ponticelli. «Faremo e daremo il massimo per raggiungere il nostro obiettivo. Siamo motivati e in forma. Eseguiremo le indicazione del tecnico Enzo Massa. Se giochiamo di squadra, possiamo fare bene. Uniti riusciremo nel nostro intento», dichiara Altomare, che in bacheca vanta cinque scudetti (tre con l’under 20 e due con l’under 17). Il ricordo più bello ed emozionante nel 2016, quando venne eletto migliore portiere d’Italia e premiato da Mario Scotti Galletta, campione del mondo, vincitore di quattro tricolori con la Canottieri Napoli e Collare d’oro al merito sportivo. «In prestito all’Arechi per maturare e fare esperienza ma il mio cuore è giallorosso», conclude orgoglioso Altomare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA