Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Canottieri Napoli-Roma Vis Nova 7-7:
sfuma l'aggancio in vetta

Sabato 21 Maggio 2022 di Diego Scarpitti
Daniele Cerchiara

La Roma Vis Nova conferma la vetta, la Canottieri Napoli consolida il secondo posto. Finisce ad armi pari la sfida tra giallorossi alla Scandone: 7-7 (parziali di 2-0, 2-2, 1-3, 2-2). Primato assicurato per i ragazzi di Alessandro Calcaterra ad una giornata dal termine della regular season, che escono imbattuti dall’impianto di Fuorigrotta. Capitan Biagio Borrelli e compagni giocano per la testa del girone Sud, ma i pallanuotisti del Molosiglio non riescono nell’intento di riprendersi la rivincita e il comando del raggruppamento.

 

Parte bene la formazione di Enzo Massa e la doppietta di Daniele Cerchiara porta avanti la compagine partenopea nella prima frazione. Accorcia Alessio Navarra in avvio di secondo quarto (2-1). Riporta i suoi sul +2 il centroboa di Ponticelli. Ritmi alti e nutrita presenza di pubblico sugli spalti ad ammirare il big match di giornata. Andrea Poli fissa il 3-2 ma recrimina la panchina napoletana per il rigore non dato ai danni di Borrelli. E proprio il numero 11 scarica in rete di potenza il 4-2 a 1'18" dall’intervallo lungo.

Luca Provenzani ricuce lo strappo (4-3). La Canottieri insiste e guadagna nel terzo tempo il penalty (stavolta assegnato) sempre con Borrelli. Implacabile Gianluca Confuorto dai cinque metri, che trafigge Vincenzo Correggia (5-3). La Vis Nova aumenta la forza d’attacco e sferra il doppio colpo con Emanuele Ferraro e Gabriele Carchedi (5-5) in superiorità numerica (palo e palla che carambola in rete). Spende il primo timeout Enzo Massa, i padroni di casa smarriscono la via del gol e il salvataggio di Gianluca Cappuccio a 2 secondi dal termine stoppa i tentativi avversari.

Escono per limite di falli il salernitano Luca Baldi e Vincenzo Tozzi. Ancora Cappuccio a dire di no: straordinario e provvidenziale l’estremo difensore classe 1992. Arriva la tripletta di Borrelli, che guadagna espulsione e segna il 6-5. La Roma tiene il passo con la palombella dolce di Andrea Narciso (6-6). A 2’47” dalla sirena la controfuga di Confuorto spiana la strada al tris di Cerchiara (7-6). L’ultimo squillo a cura di Emanuele Ferraro (7-7). Gli allenatori azionano gli ultimi timeout a disposizione: Calcaterra (18”), Massa (15”). Cappuccio tenta di sorprendere il suo collega Correggia: finisce con un nulla di fatto.  

«È stata una bella partita intensa», commenta Cerchiara. «Stiamo disputando un campionato di alto livello e meritiamo di stare nelle posizioni di vertice», ribadisce il numero 3 giallorosso. «Dispiace non aver conquistato l’intera posta in palio e cercheremo di finire al meglio la stagione», assicura convinto l’artefice della tripletta e di una prova convincente (nelle foto di Gianluca Madonna).

© RIPRODUZIONE RISERVATA