Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Nuoto di fondo, trionfano gli spagnoli
nella seconda prova della Capri-Napoli

Sabato 2 Luglio 2022
Nuoto di fondo, trionfano gli spagnoli nella seconda prova della Capri-Napoli

Festa spagnola alla seconda prova Open della Capri-Napoli, quella andata in scena ieri, con partenza da Le Ondine Beach Club e arrivo nelle acque antistanti il Circolo Posillipo. Due nuotatori iberici, infatti, si sono piazzati ai primi posti nella prova «Solo», facendo segnare entrambi riscontri cronometri di rilievo, completando i 36 chilometri in meno di otto ore.

Ad aggiudicarsi la gara Jordi Sanchis, che ha fermato il cronometro sulle 7 ore 45' e 25. Il 49enne nuotatore iberico ha preceduto il connazionale Mikel Arteaga, 41 anni, arrivato una decina di minuti dopo (7.54.25). A completare il podio l'ungherese Attila Manyoki, in 10.19.59; costretto al ritiro invece il francese Francois Chagnaud. La buona prestazione degli iberici è stata favorita anche dalle condizioni meteomarine: il mare, infatti, specie nella prima parte, era increspato, aiutando così la nuotata degli atleti diretti a Napoli.

 

Condizioni di cui hanno beneficiato anche gli atleti del Circolo Nautico Posillipo, la cui staffetta (composta da Marco Cicatiello, Roberto Conte, Luca Schiattarella, Paolo Montaldo, Antonio Papa, Stefano Papa) si è aggiudicata la prova a squadre chiudendo la traversata sotto le sette ore: 6.47.57 il tempo finale, davanti a Top Magma (Mario Caso, Carmine Di Marzo, Aniello Gentile, Sergio Minutolo, Giuseppe Palumbo e Valerio Versano) in 7.01.50; Campania Sport (Luca Bergamasco, Giovanni Guerriero, Michelangelo Manzo, Felice Marino, Alessandro Pane e Giuseppe Vitagliano) in 8.13.25; Guiascardos (Marcelo Guiscardo, Sebastien Guiscardo, Janet Guiscardo, Jeanette Guiscardo-White, Liliana Kellett e Natalie Guiascardo) in 8.29.30.

Proprio la formazione composta da atleti-parenti provenienti da Argentina, Australia e Stati Uniti ha animato la giornata, con la famiglia al completo (una trentina di persone) che si è radunata a Napoli per festeggiare i 70 anni di Marcelo Guiscardo. Particolare è stata la festa finale improvvisata al Circolo Posillipo, con argentini e napoletani che insieme hanno cantato, celebrando anche un particolare e molto apprezzato gemellaggio del ricordo di Diego Armando Maradona. A completare il quadro la vittoria della prova di Doppio della Sorrento Infinity (Danilo Di Capua e Giuseppe Russo) che con il tempo di 8.08.50 ha preceduto Balena & Coccodrillo dei francesi Bernard-Pierre Assegninou ed Emmanuel Hiriat (tempo finale per loro 9.31.25).

© RIPRODUZIONE RISERVATA