A Caserta i riconoscimenti del Coni
a società e atleti di Terra di Lavoro

Giovedì 21 Ottobre 2021
A Caserta i riconoscimenti del Coni a società e atleti di Terra di Lavoro

A Caserta i riconoscimenti del Coni a società, atleti, tecnici e dirigenti di Terra di Lavoro. L’appuntamento è per lunedì 25 ottobre alle 17.30 nel Teatro dell’Oratorio Salesiani in via Roma, in occasione della consegna delle Stelle al Merito Sportivo, delle Medaglie al Valore Atletico e delle Palme al Merito Tecnico, assegnate per il 2019 (la cerimonia - che avrebbe dovuto svolgersi nel 2020 - era stata bloccata a causa della pandemia). Quattro i massimi riconoscimenti attribuiti: la Palma d’Oro al Merito Tecnico a Franco Marcelletti, allenatore della Juve Caserta “tricolore”, la Stella d’Oro allo “storico” Segretario Carlo Giannoni, infine la Stella d’Oro all’Arca Atletica Aversa. Infine la Stella d’Oro a Costantino Vespasiano, originario di Riardo, attuale Presidente Nazionale dell’Unione Italiana Tiro a Segno.

«Non era mai accaduto che in una sola occasione la nostra provincia avesse ottenuto quattro riconoscimenti al massimo livello - dice il delegato Coni Michele De Simone - con la felice coincidenza che, proprio nel trentennale della conquista dello scudetto da parte della Juve Caserta, vengano premiati due esponenti di rilievo dello staff tecnico e dirigenziale del tempo». Nell’elenco degli insigniti altri significativi protagonisti dello sport casertano: le Stelle d’Argento al delegato dell’Unione Sportiva Stampa Italiana Lucio Bernardo e al dirigente della Fitarco Antonio Di Benedetto, della Società Arcieri Campani di Capua dal palmares ricco di titoli italiani e internazionali; le Stelle di Bronzo a Donato Santoro, vicepresidente dell’Automobile Club Caserta e dirigente della Commissione Sportiva Automobilistica Italiana; Salvatore Romano da Bellona, delegato provinciale della Federazione Danza; Antimo Di Fuccia da Marcianise, dirigente della Federazione Pugilistica e Giovanni Breda da Capua dirigente nazionale della Federazione Pesca. Sul podio, insignite della Stella di Bronzo, altre due “storiche” società: il Rugby Clan di Santa Maria Capua Vetere e la Società Bocciofila “Maddalena” di San Nicola la Strada. Oltre all’oro di Franco Marcelletti, il comparto dei tecnici sarà premiato con cinque Palme di Bronzo, attribuite ad Anna Maria Curci di Maddaloni per il pattinaggio, Luigi Fiorinelli di Maddaloni per il karate, Antonietta Tana di Caserta per il tiro a segno, Giuseppe Foglia di Marcianise e Giovanni De Filippo di Mondragone per il pugilato. Un momento della cerimonia verrà dedicato alla presentazione degli atleti appartenenti a società casertane che hanno partecipato ai Giochi di Tokio e cioè il nuotatore Stefano Ballo (Time Limits), il tiratore Tammaro Cassandro (Soc. Falco Capua e Gruppo Carabinieri Forestali), le boxeur Angela Carini e Rebecca Nicoli (Fiamme Oro), la capitana della nazionale di sitting volley Alessandra Vitale. Infine un riconoscimento “olimpico” ad un noto personaggio del mondo dello sport, Giovanni Vallario di Sessa Aurunca, chef della Scuola dello Sport di Formia ma da sempre responsabile della cucina di Casa Atleti Italia alle Olimpiadi. Un premio speciale verrà consegnato dall’Ussi (Unione Stampa Sportiva Italiana) al giornalista casertano Francesco De Core, attuale vicedirettore del Corriere dello Sport.

© RIPRODUZIONE RISERVATA