Cip-Inail, tutti in canoa paralimpica
al Circolo Ilva di Bagnoli

Mercoledì 22 Settembre 2021 di Diego Scarpitti
Circolo Ilva di Bagnoli

«Uno spazio di diritti». Muove i primi passi lo sport a Bagnoli, uscendo finalmente dalla stagnazione pandemica. Il mare, l’aria aperta, le canoe con Nisida, Ischia e Procida ad impreziosire lo scenario. Lo splendido panorama invoglia gli atleti paralimpici a munirsi di remi e riprendere (o iniziare in taluni casi) la pratica sportiva, sempre salutare e consigliata. Da qui la felice intuizione del Comitato paralimpico campano, in sinergia con l’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro, di intraprendere un cammino comune, che guarda con ottimismo al futuro.

 

Giornata inclusiva. «L’Open Day di canoa paralimpica rientra nel percorso di promozione dello sport paralimpico, che abbiamo ripreso dopo la sosta forzata dovuta al Covid-19. Con gli occhi ancora puntati ai successi delle Paralimpiadi di Tokyo, proseguiremo con queste iniziative promozionali non solo riservate agli assistiti Inail, ma anche aperte a tutte le persone con disabilità, proprio per favorire la conoscenza di questo mondo e offrire nuove possibilità sportive a quanti si dichiarano interessati», ha assicurato Carmine Mellone, presidente del Cip Campania.

A capitanare la squadra di tecnici federali Gabriele Fabris, insieme a Nello Lepre, Luca d’Avino, Giuseppe Casadei, Rosaria Orlando, con il supporto di Alfonso Beatrice, Francesca Fusco, Sonia Arena e Mariachiara Palermo. Hanno preso parte all’incontro Adele Pomponio, direttore vicario dell’Inail Campania, Sergio Avallone, presidente della Fick Campania, Vittorio Attanasio e Maurizio Avallone,rispettivamente presidente e referente del Circolo Ilva di Bagnoli. Presenti, inoltre, i componenti di giunta del Cip regionale, Agostino Felsani, Davide Pontoriere, Giuseppe Radin, Alessandra Migliaccio, e Raffaele Zappile, dipendente Cip. Per l’Inail Campania sono intervenuti anche il dirigente Armando Ineguale, la responsabile della comunicazione Angela Nicotera, la coordinatrice regionale delle assistenti sociali Pina Barone, Antonietta Falcone e Annarita Ferrigno, assistenti sociali di Napoli e di Nola

Integrazione, accoglienza, formazione. Gli assistiti dell’istituto di previdenza hanno alternato sedute di pagaiergometro e uscite in canoe, pronti nuovamente a ritornare quanto prima nell'incantevole cornice di Bagnoli

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA