Coppa del Mondo,
la vigilia del ct Luigi Tarantino

Mercoledì 10 Novembre 2021 di Diego Scarpitti
Luigi Tarantino

Notte prima degli esami. Tralasciando Antonello Venditti e Nicolas Vaporidis, al Grand Prix di Orleans inizia la nuova avventura azzurra di Luigi Tarantino. Vigilia vibrante di Coppa del Mondo di sciabola, non solo per il 49esimo compleanno. «È la prima gara della stagione, ma anche la mia prima da Commissario tecnico», racconta entusiasta il plurititolato schermidore napoletano, già tre volte bronzo alle Olimpiadi (Atlanta 1996, Pechino 2008, Londra 2012) e argento (Atene 2004).

Sospinge i suoi atleti a dare il massimo in pedana. «La vivo come se dovessi tirare, con la carica che ogni grande appuntamento porta con sé», ammette il classe 1972. Inizio che sa di amarcord. «Sono contentissimo di cominciare proprio in Coppa del Mondo». Nutre ricordi positivi e incoraggianti in tale rassegna: da sciabolatore doppiamente primo nel 1998 e nel 2008, secondo nel 1999. Conta dunque di cominciare al meglio la grande stagione internazionale. «Vedrò contemporaneamente in pedana sia i ragazzi che le ragazze. Ho voglia di testare sul campo le loro condizioni, per capire come ognuno di loro affronta la gara, che dà sensazioni decisamente diverse rispetto agli allenamenti», spiega Tarantino.

Per l’Italscherma il dopo Tokyo è iniziato. Al via il triennio olimpico con destinazione Parigi 2024. «Adesso è il momento di provare a trasferire queste ottime sensazioni su un palcoscenico così prestigioso», osserva convinto Tarantino (nella foto di Augusto Bizzi).

Nella pattuglia dei convocati spicca Luca Curatoli (Fiamme Oro), argento nipponico insieme a Luigi Samele ed Enrico Berrè (nato il 10 novembre come Tarantino ma nel 1992). E poi Dario Cavaliere (Champ Napoli-Esercito), il salernitano Michele Gallo (Carabinieri), Riccardo Nuccio, Francesco Bonsanto, Alberto Arpino, e i giovani Luca Fioretto, Emanuele Nardella, Pietro Torre e Matteo Neri.

In rappresentanza della Champ Napoli, l’esordiente Mariella Viale, la più giovane tra le azzurre in Francia, recente vincitrice a Montesilvano, e Claudia Rotili, e poi Sofia Ciaraglia, Eloisa Passaro, la napoletana Rebecca Gargano (Aeronautica Militare), la salernitana Rossella Gregorio (Carabinieri), Irene Vecchi, Michela Battiston, Giulia Arpino, Lucia Lucarini e Benedetta Taricco.

«Ripartiamo da un mix d’esperienza e gioventù, con i senatori a guidare il gruppo e l’entusiasmo di diversi debuttanti sul palcoscenico internazionale», conclude Tarantino, che ha convocato 24 atleti (12 uomini e altrettante donne). Ad impreziosire lo staff tecnico il maestro Leonardo Caserta e il fisioterapista salernitano Andrea Giannattasio. Sarà presente in Francia Paolo Azzi, presidente delle Federazione italiana scherma.

Ultimo aggiornamento: 11 Novembre, 21:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA