CORONAVIRUS

Le lacrime di Federica Pellegrini: «Volevo tornare alla normalità, alle gare. E invece...»

Venerdì 16 Ottobre 2020 di Piero Mei
Federica Pellegrini

Federica Pellegrini ha pianto. Aveva voglia di piangere ancora quando ha registrato il video con il quale ha poi dato, tormentandosi i capelli, la “brutta notizia”, parole sue, sul suo account Instagram, Kikkafede88, più d’un milione di followers, influencer oltre che campionessa com’è. La Divina, come la chiamano i tanti fan, è positiva al coronavirus. «Buonasera a tutti, scusate la mia faccia ma ho appena ricevuto la brutta notizia. Ieri, durante la sessione di allenamento, sono uscita perché avevo molti dolori e tornando a casa ho cominciato ad avere mal di gola. Oggi pomeriggio ho fatto il tampone e l’esito è positivo, quindi sono positiva al Covid» ha detto Federica, la voce che s’incrinava. «Mi dispiace un sacco perché lunedì dovevo partire per le gare della Isl a Budapest con la mia squadra. Ovviamente non sarà così e avevo molta voglia di tornare a gareggiare. Mi dispiace veramente tanto perché avevo cominciato ad allenarmi bene e non vedevo l’ora di ricominciare una stagione nella normalità delle gare, nella normalità di tutto. E invece niente, ci fermiamo di nuovo», ha proseguito. E qui ha avuto l’incrinatura, un attimo di sosta, di quelli che non la colgono mai in gara, specie quando si tratta di nuotare l’ultima vasca, nella quale solitamente si scatena. Non per niente ha uno score con l’oro olimpico, con otto salite sul podio mondiale nella stessa gara, i suoi 200 stile libero (quattro volte sul gradino più alto) ed ha stabilito in questa specialità un record del mondo che resiste da undici anni, da quando entusiasmò il Foro Italico, Roma e l’Italia tutta (e anche oltre) a Roma 2009. L’ultima vasca mediatica del video di ieri è stata questa: «Non so se ridere o piangere, anche se, come si vede, ho pianto fino ad adesso. Cercheremo di prendere il lato positivo della cosa, anche se adesso mi sfugge e ci facciamo questi dieci giorni di quarantena». 
LA BRACCIATA
L’ultima bracciata, quella vincente che nei due mondiali più recenti l’ha vista battere l’imbattibile Ledecky proprio a Budapest e poi le ragazzine della “nouvelle vague” della “sua” gara, è stata una bella parola di commiato della buonanotte: “Felicità” ha scritto Federica. Sì, felicità, che è una parola non buttata là: pensava di chiudere la sua carriera ineguagliabile l’estate scorsa con Tokyo 2020; ha avuto pensieri funesti di abbandono quando è stato annunciato il rinvio dei Giochi. Poi, essendo la Pellegrini, non s‘è arresa. Ed alla ripresa dello sport, per quel poco che s’è potuto riprendere grazie alla buona volontà degli sportivi ed alla latitante dei politici, Federica è tornata sui blocchi, chilometri e corsie perché allungare di un anno si poteva. Aveva appena chiuso le registrazioni dells stagione televisiva (splendida brillante giudice in Italia Got Talent, e rieccola in acqua. L’aperitivo di Budapest e poi l’anno che verrà e che sarà, con 12 mesi di ritardi, l’anno olimpico e dice lei il suo ultimo da agonista. Ma vai a sapere se è vero… anche se non ha mai fatto mistero di voler mettere su famiglia, e s’è fatta pure “paparazzare” a cena intima con il suo allenatore Matteo Giunta, quasi un annuncio, che poi, alla fine, sono fatti suoi. Comunque, come dice lei, “Felicità”. E, come le ha massaggiato il presidente dellsa Federazione Italiana Nuoto, Paolo Barelli, “coraggio”. “Coraggio, le sfide le vinci tutte” le ha scritto. Ed ha commentato: “Sono sicuro di rivederla presto in piscina”. Tutti ne sono sicuri, anche Federica Pellegrini destinazione Tokyo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA