«Estate insieme 2021»:
in canoa per superare le barriere

Venerdì 9 Luglio 2021 di Diego Scarpitti
Circolo Ilva

Luglio e settembre in canoa. E poi vela, nuoto e sci nautico. Nella splendida cornice del Circolo Ilva Bagnoli sono state presentate le attività del progetto «Estate insieme 2021». Ripartenza, inclusione e aggregazione per 25 ragazzi non vedenti e ipovedenti, che saranno seguiti dall’istruttore federale Gabriele Fabris e dal suo staff nelle acque limitrofe il Pontile Nord.

 

«Iniziativa brillante, eccezionale e non episodica, in sinergia con la Fick e il Circolo Ilva, patrocinata dal Comune di Napoli. E’ importante praticare sport e la canoa avvicina all’ambiente», dichiara entusiasta Sergio Avallone, presidente Federcanoa regionale e vicepresidente vicario Coni Campania. «Siete persone speciali», spronati così gli adolescenti che si cimenteranno nella disciplina che valorizza il mare. «Esperienza davvero irripetibile. E’ doveroso ringraziare coloro che hanno reso possibile la manifestazione, ovvero gli educatori, che seguiranno con abnegazione i ragazzi, e i componenti del consiglio di amministrazione della Fondazione Istituto Strachan Rodinò, Dario Bello, Michelina Caputi, Alfonso Porciello e Raffaella Romano, che hanno sostenuto in maniera convinta il progetto», spiega Mario Mirabile, presidente dell’Unione Italiana Ciechi Napoli. Piccoli passi ma decisi, volti alla condivisione e alla socializzazione.

«In questa parte di città attivato un progetto bello. Ci lasciamo alle spalle un anno durissimo. La fruizione del mare è un messaggio importante di cambiamento. Ragazzi siete veramente una speranza», l’esortazione di Donatella Chiodo, assessore comunale alle politiche sociali. «Gli ipovedenti siamo noi, che non riusciamo a guardare nemmeno a 20 centimetri dal nostro naso. Siete di insegnamento e fate aumentare i nostri valori nei confronti di chi è meno fortunato. Al Circolo Ilva siete a casa vostra», asserisce il presidente Vittorio Attanasio.

Alla conferenza hanno preso parte la campionessa di judo Matilde Lauria (affetta da duplice disabilità: cecità e sordità), qualificata alle Paralimpiadi di Tokyo, e il campione di nuoto paralimpico Salvatore Urso, brillante studente di Lettere, con il maestro Gennaro Muscariello (Partenope) e Rocco De Icco, presidente Noived Napoli, e Maurizio Avallone (nelle foto di Marzia Bertelli). Borraccia blu con logo Fick e cartolina con il francobollo del centenario dell’Unione Italiana Ciechi l’omaggio ai ragazzi.   

© RIPRODUZIONE RISERVATA