Posillipo subito fuori dall'EuroCup:
passano ungheresi e francesi

Domenica 15 Settembre 2019 di Diego Scarpitti
Gianpiero Di Martire
Naufragano a Malta le ambizioni continentali del Posillipo. Brevissima permanenza dei rossoverdi in Euro Cup, sconfitti anche dai francesi del Noisy Le Sec 7-13 (2-3, 3-3, 1-3, 1-4) ed eliminati prematuramente dalla rassegna organizzata dalla Len. In partita per tre tempi contro la compagine di Antonio Petkovic, Saccoia e compagni ricevono l’onore delle armi: capitolano al termine dell'ennesima battaglia di una intensa tre giorni di gare a La Valletta. Una vittoria iniziale contro i padroni di casa e poi i due ko rimediati con gli ungheresi del Miskolc e i transalpini costringono all'uscita anticipata. Pesano non poco le indisponibilità di Gianluigi Foglio e Domenico Iodice, assottigliando di fatto le rotazioni a disposizione del tecnico Roberto Brancaccio e costringendo i pallanuotisti a compiere veri straordinari.

Approssimativa, inoltre, l’interpretazione delle nuove regole, applicate per la prima volta dai direttori arbitrali. Confusione sul piano vasca. Infine su 12 elementi a referto ben 7 erano all'esordio in campo internazionale. «Siamo dispiaciuti per non aver passato il turno ma il risultato era da mettere in conto, viste le difficoltà incontrate negli ultimi dieci giorni di allenamento. Il non poter usufruire della nostra piscina sociale, oltre alle assenze e alla non perfetta forma di alcuni atleti (uno dei quali sarà sottoposto ad un intervento prossimamente) non ha certamente aiutato», ammette corrucciato Brancaccio.

La tripletta di Gianpiero Di Martire (nella foto di Manuel Schembri) non lenisce la mancata qualificazione alla seconda fase. «Non potevo chiedere di più ai ragazzi. Hanno dato battaglia, nonostante gli sforzi siano andati ben oltre le loro possibilità. È stato un girone impegnativo, con due squadre come il Miskolc e il Noisy Le Sec notevolmente rinforzate rispetto alla scorsa stagione». Ripresa degli allenamenti martedì 17 settembre in vista dell’inizio della serie A1, fissato il 5 ottobre in trasferta contro la neopromossa Roma Nuoto. «Ripartiremo dai ragazzi. Mancano tre settimane all'esordio in campionato e avremo certamente modo di prepararci al meglio». Le esperienze accumulate aiutano a crescere e maturare.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA