Federica Pellegrini a Napoli,
20 borse di studio ai piccoli nuotatori

Venerdì 24 Settembre 2021 di Emanuela Sorrentino
Federica Pellegrini a Napoli, 20 borse di studio ai piccoli nuotatori

Nuotare per credere” grazie a venti borse di nuoto offerte dalla Jaked ad altrettanti bambini seguiti da tre associazioni napoletane. E se poi a consegnarle con tanto di foto ricordo è la campionessa olimpica Federica Pellegrini la giornata è senza dubbio di quelle da non poter dimenticare. Un momento ancor più speciale l’ha vissuto Matteo, uno dei piccoli assegnatari del corso di nuoto, che proprio oggi ha festeggiato gli 8 anni con il classico “tanti auguri a te” intonato dalla Pellegrini e da tutte le persone presenti al foyer del San Carlo dove si è svolta la cerimonia.

Testimonial Jaked, Federica Pellegrini ha colto l’occasione per sottolineare quanto a Napoli ma anche in altre città sia «necessario lavorare per avvicinare quanti più bambini e ragazzi allo sport. Siamo stati accolti benissimo dalla città in un mese di gare per l’evento Isl e vedere la piscina con gli spalti quasi pieni a tifare per noi è stato davvero bello dopo la solitudine delle Olimpiadi e il periodo di pandemia. Napoli città difficile? Lo sapevamo anche prima ma è anche una città che ti trasmette tanto calore». E poi rivolgendosi ai bambini ha aggiunto: «L’acqua è vita, lo sport è vita e ti trasmette valori fondamentali. Queste borse di nuoto vi apriranno un mondo che a fine corso scoprirete quanto possa essere emozionante». 

 

Ringraziamenti e racconto del loro impegno quotidiano le parole comuni a Maria Rotunno alla guida dell’associazione Accendiamo una stella for you che opera a Fuorigrotta, Pianura e Bagnoli, e a suor Lucia Sacchetti della Fondazione Pavesi e Associazione Tutti i colori della Sanità, quartiere in cui opera anche l’altra associazione destinataria delle borse di nuoto, guidata da Titti De Marco, ossia il Centro La Tenda. 

Video

A dare il benvenuto nel corso della mattinata moderata dalla giornalista Titti Improta, Emmanuela Spedaliere direttore generale del Teatro San Carlo che ha sottolineato il rapporto tra cultura e sport e l’importanza di investire sulle nuove generazioni. Francesco Tripodi, direttore generale Miriade e head of brand Jaked, ha spiegato quanto la società punti sul sociale e abbia scelto realtà che operano anche lontano dai riflettori e sempre in maniera concreta. A fargli da eco Raffaele Carlino, presidente Miriade e Napoli Calcio Femminile, che ha raccontato del suo essere “uno scugnizzo” nato e cresciuto in piazza Mercato con il sogno di fare il calciatore e comunque di emergere impegnandosi nel lavoro di ogni giorno. La consegna delle borse di nuoto arriva proprio mentre a Napoli è in corso l’evento internazionale Isl: presente Marco Aloi in rappresentanza dell’organizzazione che ha evidenziato come «il nostro ruolo accanto a quello prettamente sportivo sia stato proprio dare un impulso all’economia e all’organizzazione di prestigiosi eventi. Siamo orgogliosi di avere Federica Pellegrini nella squadra Aqua Centurions che sta ottenendo ottimi risultati». 

L’impegno di Jaked a proseguire con iniziative del genere è arrivato a margine dell’incontro dai manager di Miriade Gregorio Galiano e da Carlo Palmeri, vicepresidente di Pianoforte Holding. 

Ultimo aggiornamento: 20:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA