FF Napoli, arriva il campione
del mondo Daniel Gerardo Battistoni

Mercoledì 22 Luglio 2020 di Diego Scarpitti
Daniel Gerardo Battistoni
Campione del mondo. Ne sbarca un altro all’ombra del Vesuvio. Napoli e l’Argentina una storia che si ripete, un connubio che si rinnova nel tempo. Laterale classe 1983, nato a Rosario, Daniel Gerardo Battistoni va ad impreziosire il roster allenato da Piero Basile. E’ consapevole il neoacquisto di calcare un parquet esigente, proprio nella città che ha visto trionfare Diego Armando Maradona durante il suo settennato in Italia. Esperienza e qualità, si presenta così il sudamericano dalla lunga militanza nel campionato nostrano.
 


Lecito sognare. FF Napoli attivo e propositivo, dopo la domanda presentata per partecipare alla prossima serie A. Scatta subito l’intesa, simbiosi immediata e naturale. «Napoli è una città calda ed accogliente, sarà una bella avventura», annuncia fiducioso Battistoni, soltanto quattro anni fa sul tetto del mondo nella rassegna iridata in Colombia. Ricordo indelebile la medaglia d’oro con la maglia dell’Albiceleste.
 
Conta di recarsi quanto prima in via Emanuele de Deo, per ammirare il celebre murales del suo imperituro predecessore. Sicuramente sarà un turista testimonial, unendo sport e cultura. «So di trovare un ambiente bello, voglio mettere a disposizione la mia esperienza e fare un ottimo campionato», annuncia convinto Daniel Gerardo.
 
Nel 2003 vince i playoff di B con il Forte Colleferro, poi il biennio in A2. Debutto con la Lazio Nepi in A. Si aggiudica la Coppa Italia con il Torrino, breve parentesi con la neonata Lazio Colleferro. Fino al 2011 a Pescara, disputando la finale scudetto con la Marca. Palestrina in A2 e Real Rieti, di nuovo in A. Il passaggio con il Latina, divenendo beniamino dei tifosi e leader della squadra. Nel 2019 torna al San Lorenzo, ma il Meta lo precetta nella scorsa stagione. Doppia cittadinanza, sceglie la Nazionale italiana nel 2008 ma viene escluso dalla lista definitiva per il Mondiale. Rivincita, vittorie e soddisfazioni. Alza la Continental Cup con l’Argentina nel 2014 e poi l’apoteosi.
 
Curiosità. Nonni di Tolentino, sposato con Julieta da tre anni. Pizza e pasta, naturalmente asado il suo piatto preferito. Ammira Ricardinho, Rosario Central la sua squadra del cuore.
 
«Con Battistoni innalziamo il tasso tecnico. E’ un vero leader e siamo felici di averlo con noi. Ringraziamo la Lateral Management nelle persone di Simone Chinchio e Mati Lara per serietà, correttezza e professionalità nella trattativa», dichiara entusiasta il direttore sportivo Nicola Ferri.

«Chist'è 'o paese d' 'o sole». Avevano anticipato i tempi Vincenzo D'Annibale e Libero Bovio. Splende il Sol de Mayo nella città da sempre baciata dalla stella madre.
 
  © RIPRODUZIONE RISERVATA