FF Napoli, la carica di Arillo:
«Conta vincere contro il Cataforio»

Giovedì 3 Dicembre 2020 di Diego Scarpitti
Piero Basile e Attilio Arillo

Light blue Friday. FF Napoli-Cataforio è l’anticipo del venerdì al PalaCercola. Alla ricerca del primo gol stagionale Attilio Arillo. «Domani giochiamo in casa e non possiamo sbagliare. Sappiamo che questo campionato è molto strano e difficile, ma noi siamo pronti, soprattutto carichi e compatti». Diretta televisiva su Piuenne (canale 17) alle ore 19., sempre a porte chiuse.

«Contano i tre punti», ammette alla vigilia il laterale classe 1994, alla seconda presenza sul parquet. «Sono contento del rientro. Sabato scorso non stavo al 100% della condizione ma mister Piero Basile, la società e i compagni mi hanno fatto sentire subito importante: li ringrazio e sono felice». Numero 9 da onorare al meglio e nel mirino il sigillo al debutto tra le mura amiche. «Sarei contento, se arrivasse la prima rete stagionale».

Arillo si dichiara pronto ad aiutare il team. Tiene, però, a precisare un aspetto di non trascurabile valore. «Spero quanto prima di indossare un’altra volta la maglia della Nazionale italiana, che ho sempre sognato da bambino». Convocato dal commissario tecnico Massimiliano Bellarte ma impossibilitato a partecipare, causa Covid-19, ormai superato e alle spalle. «Per il momento è il mio rimpianto più grande». Verranno tempi migliori e non mancheranno altre occasioni.

Formazione. «Arillo ha giocato a Bernalda praticamente senza allenarsi», racconta l’allenatore Basile. «I ragazzi stanno bene e stiamo gradualmente recuperando Diego Rodriguez, non ancora al top», prosegue. «Siamo reduci da una vittoria importante».

Nel girone D si sta ritagliando il suo poso al sole il club del presidente Serafino Perugino. «FF Napoli ha voglia di proseguire la striscia di successi, perché sono importanti e consentono di lavorare in serenità», osserva Basile, soddisfatto di quanto raccolto fin qui. «Consapevoli che questa è la strada giusta, dobbiamo crescere dal punto di vista mentale».

Il coach di Martina Franca invita i suoi a non distrarsi. «Contro Cataforio sarà una partita insidiosa. I nostri avversari, quando ci affrontano, danno l’anima e vogliono ben figurare. E poi le statistiche non mentono mai: il Cataforio ha perso di un gol con il Melilli, idem con Bernalda, analoga sorte con Taranto e ko con il Polistena di due reti».

Vietato, dunque, sottovalutare gli ospiti. «I calabresi giocano le partite fino alla fine e non mollano mai. Bisogna affrontare i reggini con la massima determinazione e concentrazione. Sono tranquillo, perché la squadra sa che deve fare e sa di non poter sbagliare l’approccio alla gara», conclude fiducioso Basile. Venerdì 4 dicembre da tingere rigorosamente d'azzurro. 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA