FF Napoli, il tecnico Basile:
«Sarà un campionato competitivo»

Venerdì 11 Settembre 2020 di Diego Scarpitti
Piero Basile

Lavagnetta e pennarello. In maglia rossa dirige la seduta di allenamento. In blu, come i sediolini e i pannelli delle Universiadi 2019, i giocatori del FF Napoli recepiscono le indicazioni del tecnico Piero Basile. Sotto lo sguardo attento del direttore sportivo Nicola Ferri e del preparatore atletico Claudio De Michele. Riconfermato campo di gara, vista la perdurante indisponibilità del PalaBarbuto per il calcio a 5, l’inespugnabile fortino del PalaCercola. Proprio dove il presidente Serafino Perugino ha motivato i suoi atleti per l’inizio della stagione 2020/2021. «Sudore per questa maglia, spirito di gruppo e voglia di vincere», ha sintetizzato (e invocato) il patron partenopeo.
 
Girone D. Tra le mura amiche la prima con il Regalbuto il 17 ottobre. A seguire la doppia trasferta a Cosenza e Bovalino. Quarta giornata casalinga contro il ripescato Messina il 7 novembre. E poi Piazza Armerina (Enna), turno interno con l’Orsa Viggiano, in provincia di Matera contro Bernalda, Cataforio a Cercola, Melilli a Siracusa, il Taranto e giro di boa in Calabria a Polistena il 9 gennaio, dopo la sosta per le festività natalizie.
 
«Sarà un campionato competitivo, tutte le rose sono migliorate», spiega Basile, che ritorna in A2 dopo un lungo settennato di assenza. «Raggruppamento abbastanza equilibrato. Dovremo essere subito pronti». E anticipa scenari futuri. «Tante partite si vinceranno non solo per qualità, ma per carattere, tensione agonistica e concentrazione», conclude il tecnico del Napoli.
 
In serie A saranno promosse 5 squadre: le quattro vincitrici dei rispettivi gironi e una proveniente dai playoff. Retrocederanno 8 formazioni in B: le quattro classificate all’ultimo posto e altrettante tramite playout.

© RIPRODUZIONE RISERVATA