Al via la svolta della Fijlkam Campania
con il nuovo presidente Bracciante

Domenica 23 Maggio 2021 di Diego Scarpitti
Antonio Bracciante

Guardare avanti. Successore di Aldo Nasti, il salernitano Antonio Bracciante è il nuovo presidente Fijlkam Campania. «Agonismo e sociale», i punti cardine del programma per il prossimo quadriennio. «Forgiare campioni e attenzione (reale) al Terzo Settore», quanto la nuova guida del comitato regionale intende perseguire concretamente. Eletto con 159 preferenze su 304 voti validi (144 contrari), già Stella d’oro al merito sportivo e Cavaliere della Repubblica italiana, Bracciante vuole imprimere una svolta, identificando nell’attività giovanile il caposaldo della sua azione, dedicando spazio all’integrazione e all’inclusione degli atleti disabili.

 

Si avverte aria di rinnovamento, spira il vento di cambiamento per un nuovo inizio e un nuovo corso. E giungono via social i complimenti di Felice Mariani, il primo judoka italiano a conquistare una medaglia olimpica (bronzo a Montréal 1976), nonché tre volte bronzo mondiale e altrettante campione d’Europa, commissario tecnico della Nazionale italiana, che ha condotto al successo a cinque cerchi Pino Maddaloni e Giulia Quintavalle, rispettivamente a Sydney 2000 e Pechino 2008. «Finalmente ha prevalso chi ha avuto il coraggio di metterci la faccia e il cuore, di dire basta a un sistema antiquato e impantanato nei meandri del favoritismo e arrivismo personale».

Si volta pagina dopo 40 anni. «Era arrivata l’ora. Ci ho creduto, sostenuto dal nutrito gruppo del karate, al quale si sono aggiunte le società di lotta e judo. Percorso in salita, cammino arduo, sopportando anche attacchi personali», ammette Bracciante, che ha saputo intercettare le istanze di modernità e sviluppo, puntando al dinamismo e alla voglia di partecipare. «E’ una grossa soddisfazione. Me la sono giocata bene, incontrando molte persone ma c’è tanto da lavorare», afferma fiducioso. «Abbiamo bisogno di crescere e dare agio a tutti, aiutare i giovani in vista delle riaperture vere di settembre: molte società rischiano seriamente di non riaprire», avverte Bracciante, pronto a lanciare un grido d’allarme alle istituzioni.

«Tavolo di concertazione con il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, e con il presidente del Coni Campania, Sergio Roncelli. Gioco di squadra e sinergie proficue, per combattere e superare le difficoltà». E poi voce ai territori, la direzione da imboccare quanto prima. Tre i vicepresidenti: Bruno D’Isanto per il judo, Gennaro Esposito in quota lotta, Nicola Mirabella in rappresentanza del karate. La Fijlkam Campania riparte così.

© RIPRODUZIONE RISERVATA