Il Posillipo affonda anche a Firenze:
lo scontro salvezza va alla Florentia

Domenica 23 Febbraio 2020 di Diego Scarpitti
Roberto Brancaccio
Ripensa agli infortunati e agli espulsi il tecnico Roberto Brancaccio (nella foto di Rosario Caramiello). Una vera carneficina clorata. Complesso e impegnativo procedere in questo modo. Andrea Scalzone fermato ai box per gioco violento nel secondo tempo. Luca Silvestri e Domenico Iodice (setto nasale fratturato contro la Roma Nuoto) usciti per limite di falli nella quarta frazione. Il centroboa Luca Marziali, dopo la tripletta messa a bersaglio, espulso per brutalità nel quarto periodo. Rosso per il capitano Paride Saccoia (doppietta) per proteste. Pesanti le assenze di Massimo Di Martire e di Jacopo Parrella (timpano sinistro perforato, causa il colpo subito da Vjekoslav Paskovic alla Scandone).

Dopo quasi tre mesi la Rari Nantes Florentia torna alla vittoria: risultato di 13-9 (parziali di 3-2, 2-4, 3-2, 5-1). Il Posillipo incassa 6 reti dall’attaccante mancino Matteo Astarita, ex Acquachiara, che fallisce il penalty negli ultimi 8 minuti, centrando il palo. Ben 4 i tiri di rigore concessi ai ragazzi di Roberto Tofani.

Passano in vantaggio i rossoverdi con Gianpiero Di Martire (6-5 in superiorità numerica) e poi si portano sul +2 con Antonio Picca. Pareggia il centrovasca Francesco Coppoli (8-8) a fine terzo periodo. Napoletani costretti a giocare in inferiorità per 240 secondi. Sfruttano a dovere la posizione di vantaggio i biancorossi, che si aggiudicano lo scontro salvezza alla Nannini. © RIPRODUZIONE RISERVATA