Florentia-Posillipo, Di Martire:
«Non abbiamo scuse»

Sabato 22 Febbraio 2020 di Diego Scarpitti
Gianpiero Di Martire
«Dimezzato», come il Visconte di Italo Calvino. Incompleto e mancante di due giovani e validi elementi: l'attaccante Massimo Di Martire, squalificato, e Jacopo Parrella, che ha subito la perforazione del timpano sinistro, nella gara di sabato scorso a Fuorigrotta. Si aggiunga, inoltre, la frattura del setto nasale rimediata da Domenico Iodice nel secondo tempo contro i capitolini. Bollettino dall'infermeria.

Decimato. Il Posillipo di Roberto Brancaccio atteso dallo scontro salvezza alla piscina Nannini contro la Rari Nantes Florentia. Tre punti seperano i contendenti in griglia. Padroni di casa a 12, rossoverdi a 9.

Seconda di ritorno e 15esima di serie A1. «Ci attende un campo ostico, affrontiamo un'ottima compagine. Non abbiamo scuse: dobbiamo dimenticare lo scivolone contro la Roma Nuoto e guardare avanti. Andremo alla Nannini per fare risultato e la nostra partita», spiega alla vigilia il più piccolo dei fratelli Di Martire, Gianpiero- 

Imprevisti e complicazioni. «Possiamo vincere e siamo molto determinati. Abbiamo lavorato duramente in settimana ed esaminato gli errori commessi contro la Roma: un vero peccato», ammette il figlio d'arte, autore di una doppietta contro i capitolini.

Carattere. «Siamo pronti», conclude fiducioso il bronzo mondiale under 20 in Kuwait nel dicembre 2019. C'è da sfatare il tabù Florentia ma soprattutto intercettare i primi tre punti nel girone di ritorno. 

Alle 18 capitan Paride Saccoia e soci battaglieranno con rinnovate motivazioni e ritrovato entusiasmo. 

  © RIPRODUZIONE RISERVATA