Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Giochi del Mediterraneo, il bronzo di Dario Cavaliere

Martedì 5 Luglio 2022 di Diego Scarpitti
Dario Cavaliere

Sciabola di bronzo. «Anche ai Giochi del Mediterraneo abbiamo fatto vedere che Napoli c'e'». Soddisfazione evidente per Dario Cavaliere, che ha chiuso la rassegna a tre cerchi in Algeria sul terzo gradino del podio.

Azzurri. «Insieme a Rebecca Gargano e Giovanni Repetti abbiamo onorato la nostra citta'», riferisce entusiasta il figlio d'arte. Papa' Massimo mise al collo il bronzo olimpico a Seoul 1988.

Dediche. «Naturalmente alla mia famiglia, alla mia ragazza Giorgia, al mio maestro Leo Caserta e al Centro Sportivo Esercito», afferma il campione partenopeo classe 1997.

 

Orano 2022. «Algerini molto calorosi e ospitali e si percepisce il loro affetto nei nostri confronti non solo nel palazzetto», osserva lo schermidore napoletano. 

Nihil difficile volenti. Il motto dell'Esercito, che Dario Cavaliere ha fatto suo. «Prossimi impegni il ritiro con la Nazionale a Formia e poi la stagione sportiva volge al termine», dichiara. «Sono contento di aver messo al collo questa pesante medaglia di bronzo», conclude Cavaliere, premiato da Davide Tizzano, presidente della Confederazione Giochi del Mediterraneo (nelle foto di Augusto Bizzi). 

© RIPRODUZIONE RISERVATA