Napoli Nuoto, il nuovo corso
di Barbara Damiani dopo l'Acquachiara

Giovedì 16 Settembre 2021 di Diego Scarpitti
Barbara Damiani

Rilanciare e vincere. Portare Napoli in alto e trasferire i sani valori dello sport alle giovani generazioni. Idee chiare e programma decisamente ambizioso quello di Barbara Damiani, pronta a mettersi in gioco ancora una volta. Volta pagina ma traccia il nuovo percorso clorato. «Dopo le dimissioni dall’Acquachiara la decisione è ricaduta sulla Napoli Nuoto. Percepisco molto entusiasmo intorno a questo nuovo progetto, in particolare per la pallanuoto femminile», assicura convinta l’ex giocatrice del Fuorigrotta prima e della Canottieri poi.

Sa bene infatti che la pallanuoto all’ombra del Vesuvio e in Campania sconta notevoli ritardi e il suo impegno è indirizzato a cambiare diametralmente la rotta. «Guardiamo al futuro con una squadra molto giovane, spero a lungo termine. Bisogna, però, considerare anche il breve e medio periodo: cercare di rafforzare la squadra e renderla già competitiva dal primo anno», suggerisce Barbara, prodiga di consigli innovativi. «So per certo che i dirigenti stanno lavorando in questo senso. Per quest’anno obiettivo salvezza», avverte.

Si pone al servizio delle azzurre. «Assicuro il mio contributo in termini di esperienza, conoscenze e competenze». Partenza sotto una buona stella. «L’universo della pallanuoto femminile è diverso da quello maschile, con esigenze e dinamiche differenti», ravvisa. «Mi auguro di riuscire a trarre il meglio dalle ragazze e puntare a fare il miglior risultato possibile», auspica fiduciosa Damiani, che non risparmia energie. «Dobbiamo lottare, costruire e consolidare la bella realtà della Napoli Nuoto».

Visione integrale che tiene conto della necessità di far crescere i ragazzi, forgiare campioni al contempo, generare i cittadini del domani attraverso il messaggio autentico dello sport. «Visto che al momento non c’è una realtà all’altezza, è un peccato che diverse atlete campane siano lontane da Napoli», sottolinea rammaricata. «Il mio grande dolore è stata la mancata promozione in serie A1, uno dei motivi fondamentali che mi ha spinto al cambiamento. Voglio raggiungere il salto di categoria e confido nel supporto della Napoli Nuoto», conclude Barbara Damiani.   

Ultimo aggiornamento: 13:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA