Il poker d'oro di Emmanuele
Marigliano alla Scandone

Emmanuele Marigliano
Emmanuele Marigliano
di Diego Scarpitti
Martedì 12 Luglio 2022, 16:08
3 Minuti di Lettura

Poker d’oro. La Scandone celebra i successi di Emmanuele Marigliano agli Assoluti estivi. Impreziosisce il suo palmares il campione di Barra, ritornato in gran forma dal Mondiale di Madeira. Varia la distanza, non muta il risultato finale: primo posto nei 150 misti (3’28”79), precede tutti nei 50 rana (1’08”82), sul gradino più alto del podio per essersi aggiudicato la 4x50 mista e i 100 stile libero (2’03”23), facendo registrare il miglior tempo personale.

 

«Concludo una stagione emozionante che mi ha visto protagonista in campo nazionale ed internazionale», dichiara entusiasta il nuotatore napoletano paralimpico classe 1995. «Certo la stanchezza post mondiale si è fatta sentire, ma forse per la prima volta non mi sono soffermato a guardare il cronometro ed ho gareggiato per vincere ma anche per divertirmi», ammette il campione d’Europa.

«E’ stato un anno duro e senza il supporto delle persone giuste avrei faticato molto di più. Ci tengo a ringraziare i tecnici Enzo e Francesca Allocco. Salvatore Nocerino è diventato un punto di riferimento prima di ogni gara. Desidero ringraziare inoltre la mia società, il Centro Sportivo Portici, presieduta da Alessandro Pacilli, che dimostra sempre più fiducia nei miei mezzi. Fiducia che ogni volta cerco di ripagare a suon di medaglie. Dedico questa vittoria alla mia famiglia, che mi assicura sempre la grinta necessaria per dare il massimo in ogni circostanza», riferisce entusiasta il campione partenopeo, che ha preso parte alle Paralimpiadi di Tokyo 2020, tatuandosi sul braccio i cinque cerchi colorati.

«Vincere tra le mura amiche è sempre una grande soddisfazione e sono felice di aver contribuito al terzo posto della mia squadra nella classifica generale», osserva Marigliano. «Sono contento di aver chiuso in bellezza un anno così duro, che mi ha dato la possibilità di rappresentare la Nazionale campione del mondo». A Funchal Marigliano ha stabilito il nuovo record dei 150 misti (SM3), nuotando in 3’23”84, polverizzando un record che resisteva dal lontano 2008.

«Sono soddisfatto e penso di essermela giocata alla pari con atleti che sicuramente hanno più esperienza del sottoscritto», conclude Marigliano (nelle foto di Gianluca Madonna). «Abbiamo dimostrato di essere un gruppo molto unito, difendendo il titolo di campioni del mondo e scrivendo una bella pagina per lo sport italiano e per tutto il movimento paralimpico». Estate tempo di relax per ripartire di slancio verso nuovi obiettivi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA