Il Posillipo saluta il 2019
con il ko alla Scandone

Sabato 7 Dicembre 2019 di Diego Scarpitti
Paride Saccoia
Arrivederci al 2020. Il Posillipo saluta il 2019 con la sconfitta per 7-13 (parziali di 2-3, 2-4, 1-2, 2-4) contro Bpm la Sport Management alla Scandone. Brindano, invece, i mastini con il poker di Luca Damonte, la tripletta di Giacomo Lanzoni e la doppietta del campione del mondo, nonché ex di turno, Vincenzo Dolce, che vinse in rossoverde l’Euro Cup nel 2015 proprio a Fuorigrotta. Non si risparmia capitan Paride Saccoia (nella foto di Rosario Caramiello), che firma l’1-0 di sciarpa, il 5-8 nella terza frazione, raccogliendo l’assist di Massimo Di Martire, e il definitivo 7-13 in superiorità numerica.

Resistono fino al 4-4 i posillipini nel secondo tempo, poi il break di 0-3 (siglato da Cristiano Mirarchi, Lanzoni e Damonte) spiana la strada al successo dei ragazzi di Marco Baldineti. Due i rigori concessi dalla coppia arbitrale Collantoni-Carmignani ed entrambi falliti dai tiratori lombardo-veneti: il primo parato da Tommi Negri a Damonte, l’altro tirato dall’ex attaccante biancazzurro finisce sulla base del palo.

Con l’ultima gara dell'anno inizia una lunga pausa. Se ne riparlerà a febbraio 2020. «La sosta è venuta nel nostro peggior momento. Recupereremo energie e cercheremo di migliorare gli aspetti della squadra. Troppi bassi. Dobbiamo lavorare tanto», dichiara il tecnico Roberto Brancaccio. Inevitabile una seconda preparazione per un campionato «spezzattino» nell’anno olimpico e non solo. «Per arrivare nel migliore dei modi nella seconda parte della stagione. Ritorneremo più forti che mai», auspica l’allenatore napoletano. Auguri di buon Natale, auguri di buon anno, auguri da Napoli. «A tutto il mondo della pallanuoto e dello sport».    © RIPRODUZIONE RISERVATA