Il remo azzurro riparte da Sabaudia
11 convocati su 42 sono napoletani

Martedì 30 Giugno 2020 di Gianluca Agata
Il bacino di Sabaudia
l canottaggio italiano riparte. E lo fa con la forza dei suoi ragazzi rimasti fermi più di due mesi causa lockdown. Ma è il momento di fare un controllo sulle condizioni degli uomini e si riparte da dove si era rimasti: il collegiale di Sabaudia interrotto per la pandemia da Covid-19. Il Direttore Tecnico Francesco Cattaneo ha diramato una nuova convocazione per un collegiale nazionale valutativo in vista dello svolgimento dell’’Europeo 2020 assoluto in programma a Poznan (Polonia) dal 9 all’11 ottobre. Il raduno si svolgerà a Sabaudia dal 6 al 19 luglio e servirà per iniziare la preparazione in vista dell’Europeo, ma anche per consentire a tutti, atleti, staff tecnico e medico, di ritornare alla normalità pur mantenendo vive le normative connesse al contenimento dell’infezione da Covid-19. Al raduno parteciperanno 42 atleti (38 senior e 4 pesi leggeri) con il direttore tecnico coadiuvato da Andrea Coppola (Capo Allenatore settore Olimpico maschile), Stefano Fraquelli (Capo Allenatore settore Olimpico femminile), Giovanni Lepore (Coadiutore settore Olimpico maschile), Claudio Romagnoli (Coordinatore settore Olimpico maschile), Vittorio Altobelli (Allenatore settore Olimpico maschile), Luigi Arrigoni (Allenatore settore Olimpico femminile), Giancarlo Romagnoli (Allenatore settore Olimpico maschile), Dario Cerasola (Allenatore Squadre Nazionali). Tra i convocati i napoletani Mario Paonessa, Giuseppe Vicino (Fiamme Gialle), Matteo Castaldo, Enrico D’Aniello, Marco Di Costanzo (Fiamme Oro), Giovanni Abagnale, Vincenzo Abbagnale, Andrea Maestrale, Luca Parlato (Marina Militare), Salavatore Monfrecola, Alfonso Scalzone (RYCC Savoia).  Ultimo aggiornamento: 15:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA